Blog: http://floppy.ilcannocchiale.it

Short rovesciato (surfcasting)

 

Lo short rovesciato può essere con bait clip fermaesca per lanci ground e pendolum, opppure se dobbiamo eseguire un lancio side o above va bene anche senza bait clip.

CARATTERISTICHE - Lo Short rovesciato, utilizzato fermando il finale con un bait clip, permette il raggiungimento di buone distanze di lancio (ovviamente con esche poco voluminose). Se si sa proporzionare la lunghezza del finale al diametro scelto e alla forza del mare, garantisce una percentuale minima di grovigli.

UTILIZZO - E' buono per insidiare tutti i pesci che preferiscono la consumazione dei pasti sollevati dal fondo; tra questi ricordiamo soprattutto il sarago e la spigola, prede rinomate e molto ricercate nel surf casting.

REALIZZAZIONE - E' di facile realizzazione. Con gli appositi stopper si predispone il bloccaggio della girella sul trave a 10-20 cm dalla girella di giunzione allo shock leader. La lunghezza del finale potrà variare da 40 a 90 cm, in relazione al diametro scelto e al moto ondoso. La distanza compresa tra la girella sulla quale viene legato il finale e l'attacco al piombo dovrà essere di poco superiore alla lunghezza del finale, in modo che l'incontro dell'amo con il piombo sia poco probabile e quindi basso il rischio di grovigli.




MAGGIORI INFO - Se peschiamo in una zona caratterizzata da un fondale ricco di ciuffi di alghe, potremo inserire sul finale un flotter. Questo permetterà all'esca di essere ulteriormente sollevata dal fondo e non essere quindi imprigionata e nascosta tra le alghe, cosa che la renderebbe poco visibile ai pesci. Ovviamente il flotter risulterà efficace solo con esche minute.
 

 

Pubblicato il 2/12/2011 alle 10.43 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web