Blog: http://floppy.ilcannocchiale.it

Esche : la cozza

La cozza


Munita di valve, di forma ovale e di colore nero, la cozza vive lungo tutta la costa attaccata agli scogli o ad organi sommersi. La cozza è molto apprezzata a tavola, di conseguenza viene allevata in grandi quantità.

La cozza, a differenza di quanto possa sembrare, è una delle migliori esche che il pescatore possa adoperare. Infatti, tutti i pesci ne sono ghiotti, sparidi in primis.

Per il suo reperimento non c’è alcun problema, visto che possiamo trovarle in pescheria in tutto l’arco dell’anno.

La cozza si può innescare sia intera che sgusciata.

Sgusciata espelle umori che attirano  i pesci di scoglio in generale.

Il suo innesco, sgusciata, è poco comune in quanto attira tutta la minutaglia che ci luciderà l’amo in men che non si dica!

Un ottimo impiego della cozza, specie nella pesca ai grossi sparidi, è l’innesco intero: Cercheremo di far penetrare l’amo all’interno della cozza, forzando un pò le valve, che sarà automaticamente bloccato dalla conchiglia.

Così facendo metteremo in atto una pesca molto selettiva, e cioè mirata ai grossi sparidi come orate e saraghi, che fanno parte di quei pesci capaci di rompere il guscio di questo mollusco.


tratto da www.italianseaanglers.it

Pubblicato il 24/5/2011 alle 19.23 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web