Blog: http://floppy.ilcannocchiale.it

La linea laterale nei pesci

Nella foto un sarago pizzuto. La linea laterale si nota benissimo lungo il corpo.

 

 I pesci per individuare la preda e individuare gli ostacoli utilizzano la cosidetta "linea laterale" che sarebbe il loro principale sistema sensoriale.

Essa è composta da una serie di organi ricettori disposti lungo i fianchi dell'animale. Forma una riga visibile ad occhio nudo che parte dalla fine degli opercoli che coprono le branchie e raggiunge la coda.

Le funzioni della linea laterale comprendono l'evitamento della collisione con ostacoli fissi, di predatori (generalmente mobili), l'orientamanto relativamente alle correnti acquatiche. Soprattutto per pesci privi di senso della vista, come ad esempio pesci che vivono in caverne, i neuromasti, presenti anche sulla testa, servono anche per la localizzazione del cibo.

Da studi effettuati sul Pollachius pollachius sembra che la linea laterale sia fondamentale nella formazione dei branchi di pesci.

I neuromasti sono sensibili alle vibrazioni a bassa frequenza e alle onde di pressione generate dal moto di corpi solidi nell'acqua.

 

 

Pubblicato il 5/12/2010 alle 18.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web