.
Annunci online

floppy
Tu che oggi parli male di me ... Ieri sparlavi degli altri .... Minkia, si veru infami
musica
8 settembre 2009
Ho da proporvi un libro e un disco


Blue Trane
La vita e la musica di John Coltrane
(John Coltrane. His Life and Music.)
575 pagine - novembre 2006
ISBN 88-7521-115-9


Questo libro esce nell’ottantesimo anniversario della nascita di John Coltrane e anticipa le celebrazioni in occasione del quarantesimo della morte. Il più grande sax tenore di tutti i tempi rimane oggi per molti versi una figura ancora misteriosa: ingabbiata nello stereotipo dell’artista geniale e maledetto ma non sufficientemente indagata e compresa. Questa biografia, la prima scritta da un musicista e studioso di jazz, colma un vuoto di cui da più parti si andava denunciando l’anacronismo. Frutto di quindici anni di ricerche d’archivio, interviste con amici e colleghi del musicista, analisi delle partiture musicali, Blue Trane offre il più completo ritratto oggi disponibile di uno straordinario virtuoso e sperimentatore e della sua evoluzione artistica: la gavetta nella big band di Dizzy Gillespie, le collaborazioni con Monk e Miles Davis, la carriera solista e l’affermazione del leggendario quartetto che regalerà al jazz l’opera più innovativa e amata di sempre: A Love Supreme. Con un ampio apparato di fotografie, documenti, spartiti e una cronoligia dettagliata che ricostruisce tutte le esibizioni dal vivo di Coltrane, Blue Trane è una lettura imperdibile per gli amanti del jazz e uno strumento indispensabile per gli studiosi e i professionisti della musica.


Le recensione della stampa:

Gino Castaldo - Venerdì di Repubblica
sovversivo, poetico, musicista, virtuoso.
continua

Giuseppe Montesano - l'Unità
Necessario per capire la storia del jazz.
continua

Elisa Carrara - EuMagazine
Porter ripercorre la carriera artistica di Coltrane e ci mostra un uomo colto, intelligente, raffinato.
leggi altro

Andrea Ferrari - Sagoma - Groove
Definitivo.
leggi altro

Silvia Volpato - Superfly
La biografia più esauriente mai scritta su Coltrane, un libro costato 15 anni di dedizione, che non lascia nessun momento della vita del sassofonista al caso.
leggi altro

Maurizio Principato - Tribe
Un eccellente saggio.
leggi altro

Federico Scoppio - Jam
Non si preoccupi chi è digiuno di teorie musicali e armi musicologiche, ci sono tante altre pagine con cui alleviare la curiosità dello storico, dell'appassionato, del fan, persino di chi ne desidera ricostruire le gesta in base a una serie di interviste alle persone più o meno vicine a lui.
leggi altro

Enrico Bettinello - All About Jazz
Un volume importante e ricchissimo di pregi, assolutamente da avere e rileggere con il tempo, magari per accompagnare l'ascolto delle straordinarie pagine coltraniane.
leggi altro

Gianni Del Savio - Buscadero
Un gran lavoro di accurata ricostruzione dell'evoluzione musicale dell'impareggiabile artista afroamericano.
leggi altro

Luca Orsenigo - Corriere del Ticino
Un libro capace di coniugare la genealogia della famiglia Coltrane prima, con la vita di John dopo e tutte e due con la sua musica, indagata dal di dentro però, strutture compositive comprese, come raramente sanno fare i libri di questo genere.
leggi altro

Giuseppe Montesano - Diario
Blue Trane è molto più che una biografia documentata e filologica, perché è in realtà un libro complesso su Coltrane, che schiude in molti punti una via di comprensione musicale del grande sassofonista mai prima tentata.
leggi altro

Gianmichele Taormina - LaStampa.it
Il libro ve lo lasciamo spulciare, odorare, selezionare, gustare capitolo per capitolo, mentre vi scorre nella mente la play list delle musiche del vostro Coltrane preferito.
leggi altro

Marco Denti - Lettera.com
Dettagliatissimo, ricco di nozioni strettamente musicali, estremamente articolato nell'analisi storica, strumentale e biografica, Blue Trane si pone, senza mezzi termini, l'obiettivo di diventare la più autorevole e completa dissertazione su John Coltrane.
leggi altro

Teo Lorini - Pulp
Un riferimento imprescindibile per i lettori neofiti e per gli appassionati.
leggi altro

Pierluigi Castellano - il manifesto
Porter appare convincente sia nel reperire notizie biografiche che abbiano una fondatezza reale, che nell'esplorare con delicatezza una personalità così complessa, profonda e ardita, e infine nel saper trascrivere e analizzare con estrema competenza le composizioni e le improvvisazioni del genio di Hamlet.
leggi altro

Dario Olivero - Repubblica.it
C'è tutto, ma proprio tutto in quelle 575 pagine.
leggi altro

Gian Mario Maletto - Il Sole 24 Ore
Un testo fondamentale, forse "il" defi­nitivo.
leggi altro

L'espresso
"La mia musica è l'espressione spirituale di quello che sono: la mia fede, il mio sapere, la mia essenza".
leggi altro


Adesso veniamo al disco considerato spirituale di Coltrane: "A Love Supreme"


Questa è la copertina

RIFLESSIONE PERSONALE:
Un consiglio spassionato: per favore, vi prego, compratelo, leggetelo "Blue Trane" leggetelo e rileggetelo ancora se non lo avete capito...perchè in queste 575 pagine c'è scritto tutto, ma proprio tutto sul sommo Maestro John Coltrane.....e se ascolterete anche il disco "A Love Supreme" molto attentamente entrerete in contatto con la spiritualità di Coltrane che Egli col suo sax tenore si libera, mette a nudo tutto se stesso e la sua spiritualità più intima e profonda, andate in camera vostra verso sera dopo che avete finito di cenare, accendete solamente una luce fioca, si, magari una bajour e spegnete tutte le altre luci. Dovrete essere solo Voi e il Sommo Trane, un'atmosfera raccolta, quasi di preghiera, inserite il disco "A Love Supreme" nello stereo e allungatevi sul letto nella penombra. Già dalle prime note del disco vi sembrerà di toccare con mano l'anima di Coltrane, il messia, di ascoltare i battiti del suo cuore e rivolgete un pensiero al cielo verso Dio. Lasciatevi trasportare e vi si apriranno le porte dell'infinito, meditate, meditate su quello che state ascoltando, perchè quello che state ascoltando è l'anima, spiritualità all'ennesima potenza, l'illuminazione.
"Thank you God" .... Grazie Dio ....per tutto questo.....

musica
16 gennaio 2009
Debaser - recensioni scritte da chi vuole




Debaser è un sito in cui chi vuole può pubblicare, registrandosi, una propria recensione su un disco di qualsiasi artista di ogni genere musicale, con la possibilità che gli altri utenti hanno di votare e commentare la recensione.

Ad esempio cliccando qui troverete 35 recensioni di altrettanti dischi di Miles Davis scritte da vari utenti con i relativi approfondimenti e la discografia.



www.debaser.it

www.milesdavis.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Debaser recensioni Miles Davis

permalink | inviato da floppy il 16/1/2009 alle 23:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
spettacoli
3 ottobre 2007
"Jazz N'Fall" Pescara 2007


Riporto fedelmente l'articolo di Stefano Zenni riguardo il festival jazz di ottobre a Pescara, una manifestazione che ha l'obiettivo di proseguire il già noto festival jazz estivo sempre all'Auditorium Flaiano di Pescara. Questo articolo si trova anche nel sito della Società del Teatro e della musica "L. Barbara" di Pescara.


Il jazz è una musica di tradizione orale. Non si impara studiando un manuale nè andando a lezione da un maestro. O meglio, un'educazione formale è utile e forse essenziale, ma non è sufficiente. Il jazz si impara sul campo, a tu per tu con i musicisti più bravi, in un confronto che è scambio e sfida. Oppure si apprende dai dischi, dalla radio, insomma dai media che riproducono la musica, che comunque sono altra cosa del medium della scrittura. Insomma, la migliore scuola di jazz è l'esperienza di chi sa suonare meglio di te e ha una grande personalità. Fin tanto che vi sarà questo vivo confronto generazionale il jazz non dovrà temere per il suo futuro. E Jazz ‘n Fall 2007 si articola proprio lungo le linee di questo confronto. Il cartellone di quest'anno infatti poggia sulla presenza di tre grandi maestri che hanno fatto scuola: Jim Hall (classe 1930), Lee Konitz (classe 1927) e Martial Solal (classe 1927). Il primo si è imposto come il chitarrista più raffinato del dopoguerra, un maestro di sottigliezze e delizie timbriche, e un musicista aperto alle esperienze più diverse. Non è solo la sua musica a testimoniare il trionfo artistico, ma la schiera di chitarristi di successo che a lui si sono ispirati, da Bill Frisell a Pat Metheny. Lee Konitz e Martial Solal sono sodali di magnifiche avventure fin dagli anni Settanta. Ormai entrambi ottantenni, suonano ancora con invidiabile freschezza e lucidità: l'uno con il suo fraseggio serpentino, obliquo, imprevedibile, l'altro virtuoso spettacolare e fantasioso, si incastrano a meraviglia, con quello spirito gioioso e ludico che appartiene al miglior jazz. Un incontro tra generazioni diverse è quello tra Carla Bley e Paolo Fresu, talmente giusto da apparire perfino ovvio, eppure realizzato solo da poco tempo. I due si ritrovano nella concezione lirica, sospesa della musica, e Fresu sa inserirsi con naturalezza nel clima ipnotico e trascinante della Bley, conferendo una nuova profondità ad una musica che galleggia tra divertimento e impegno. Si diceva delle nuove generazioni: in Italia abbondano i giovani musicisti di talento. Gianluca Petrella non solo ha un enorme talento, ma è anche uno dei pochi musicisti italiani che ha raggiunto un vasto consenso anche all'estero. E non stupisce che abbia conquistato anche il pubblico americano, con quel suo modo molto “nero” di suonare il trombone, aggressivo e immaginoso, ricco di tradizione eppure spinto in avanti, sempre con una grande energia. La musica di Petrella funziona proprio perché sgorga con naturalezza da un vivace dialogo tra la ricchezza ideativa dei maestri e l'urgenza espressiva del presente. Jazz ‘n Fall 2007 ne è il palcoscenico ideale.

Stefano Zenni


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. recensioni festival spettacoli

permalink | inviato da floppy il 3/10/2007 alle 9:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
7 settembre 2007
A proposito di Acid Jazz

THUNDERBALL


"Cinescope"

Terzo album per i Thunderball, duo composto da Sid Barcelona e Steve Raskin, compagni di etichetta dei Thievery Corporation. Il nuovo "Cinescope" si presenta più che mai come un album eclettico e cosmopolita: electro, Bollywood soundtracks, hip hop, drum&bass, soul, funk, reggae, jazz, e bossa si incontrano formando orchestrazioni e groove irresistibili.
Ospiti: Miss Johnna M., Mustafà Akbar, See-I e Afrika Bambaataa!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. acid jazz recensioni

permalink | inviato da floppy il 7/9/2007 alle 6:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
5 settembre 2007
Mind Games

Ritmi latin-jazz made in Germany



Il progetto ideato dal sassofonista e compositore tedesco Mulo Francel propone un jazz accattivante in cui riecheggiano bossa nova e ritmi funk. Lo accompagnano notevoli musicisti, tra cui il trombettista brasiliano Claudio Roditi e il chitarrista belga Philip Catherine.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. recensioni

permalink | inviato da floppy il 5/9/2007 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
4 settembre 2007
Nighthawks_4

Nighthawks è il progetto jazz-lounge del produttore polistrumentista Dal Martino e del trombettista Reiner Winterschladen. I suoni del duo, accompagnato di volta in volta da ospiti d'eccezione, si collocano perfettamente nel tra la tradizione Jazz e la modernità lounge. Partecipano alla stesura di "_4": il cantante Pat Appleton dei DePhazz, il pianista Jurgen Dahmen (Propaganda, Temptations), il chitarrista Markus Winstroer (Lalo Schifrin, Randy Brecker), ed il batterista Thomas Alkier (Dizzy Gillespie, Nigel Kenned).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. recensioni

permalink | inviato da floppy il 4/9/2007 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
20 agosto 2007
L'uomo del 300 Gilera

"L'uomo del 300 Gilera", questo è il titolo dell'ultimo album del Pasquale Innarella Jazz Quartet.

Ecco la recensione della rivista bimestrale Jazzit:

Musicista schivo, che agisce anche nel sociale e si è formato coniugando la banda di paese e il free più viscerale, Pasquale Innarella incide di rado. Quando giungono i suoi album, però, hanno una rara forza e impatto, documentanto il carattere e la progettualità di un artista di sostanza. [...] Giudizio: Immenso

Pasquale Innarella: sassofono tenore e soprano
Francesco Lo Cascio: vibrafono
Gianluca Pizzorno: contrabbasso
Roberto Altamura: batteria
ospite Beppe Caruso: trombone, tuba


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. recensioni jazz

permalink | inviato da floppy il 20/8/2007 alle 8:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
LINK DI PESCA SPORTIVA
Pesca On Line
Pesca in Mare
Caccia e pesca TV
Pescare net
Pesca e nautica
Surfcasting on line
Surfcasting e dintorni
The surf channel
Calabria pesca on line
Calabria Pesca
Pesca TV
Spinning On Line
Planet Spin
Pescare nel Mondo
Sport pesca spinning
Itinerari di pesca
Pesca Abruzzo
Pescara Pescando
Tecnolenza Adriatica
4venti Il portale per la pesca in mare
2anglers La pesca sportiva on line
Black Bass & Co. Tutto sulla pesca al lancio
F.I.P.S.A.S.
Pescare On Line
Pescare
Pesca Ok
Hobby pesca
------------------
RICERCA SUL WEB
Google
Yahoo
Virgilio
M S N
--------------------
UTILITA' E SERVIZI
Codice Civile
Codice Stradale
Codice Penale
Codice Fiscale
Enciclopedia Universale
Enciclpedia Medica
Pagine Bianche
Pagine Gialle
Pagine Utili
Orario Ferroviario
Stradario d'Italia
Poste Italiane
Finanze
Polizia di Stato
Edison
Enel
Telecom Italia
T I M
Rosso Alice
I.N.P.S.
I.N.A.I.L.
I.C.I.
INPDAP
CAP postali
--------------------
INFORMAZIONE
Tg5
Tgcom
Rai
Il Centro
Il Sole 24 ore
La7
La Repubblica
Il Tempo
L'Unità
Il Corriere della Sera
Il Messaggero
--------------------
L A V O R O
Adecco
Bollettino
Concorsi
Giovani Imprenditori
Informa Giovani
Jobline
Obiettivi
Informagiovani Giulianova
-------------------
DA VISITARE
Giorgius (esplorando il cyberspace)
Sebastiano (il matematico)
CeceniaSOS
Barfly blog
------------------
V A R I E
Tortoreto (TE)
Comune Tortoreto (TE)
Parco Nazionale D'Abruzzo
IL portale degli Abruzzesi
Abbruzzo social forum
Abruzzo città
Villa Pini D'Abruzzo (la clinica dove lavora mia sorella come fisioterapista)
Università degli studi di Teramo
Regione Abruzzo
Tutto Abruzzo
Abruzzo natura
Abruzzo Federvolley
Emanuela Falcetti (italiaistruzioniperluso)
Charlie Chaplin
Red Bull
Daddo (il portale multietnico)
Virtual Dj
Alinvolo (iniziative per la lotta all'Aids)
Almamegretta
Raiz
24grana
Quasi quasi ...
-----------------
MUSICA JAZZ
All About Jazz Italia
Sax on the Web
Jazzit (link di musica jazz)
Jazzos (portale di acquisti on line di prodotti inerenti la musica jazz)
Music Club (mensile di musica e concerti)
ACCUJAZZ (radio)
Jazz Convention
-------------------
CONSERVATORI E SCUOLE MUSICALI
Conservatorio di Roma
Conservatorio di L'Aquila
Istituto Braga di Teramo
Conservatorio di Fermo
Scuola Giocond di S.Benedetto T.
------------------
UN PO' DI CRISTIANESIMO
Radio Vaticana
Chiese teramane
Chiesa Della Madonna Dello Splendore di Giulianova Paese
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Test your Internet connection speed at Speedtest.net

by Blografando&BW
Gioco Skateboard in città - Street sesh
Bel gioco di SkateBoard per effettuare acrobazie urbane in mezzo a veicoli vari, con scalinate da superare e rampe da usare per scavalcare camion e automobili.
QUI POTETE SEGUIRMI IN DIRETTA STREAMING QUANDO SONO ONLINE

Streaming video by Ustream
Partecipa al Sondaggio!
Chi è il tuo sassofonista preferito?
Risultati
Partecipa al Sondaggio!
In genere mi piace maggiormente ascoltare della buona musica jazz....
Risultati
JOHN COLTRANE MUSIC PLAYER Per un migliore ascolto delle radio e dei video sottostanti
mettere in pausa il player sovrastante


PESCA WEB TV STREAMING
Watch live streaming video from pescatv at livestream.com
Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica VIDEO MUSICALI

Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------------- Il jazz è molto più di una semplice forma musicale....il jazz è arte, cultura, conoscenza (me stesso) ----------- Miles Davis was the "Picasso of Jazz," reinventing himself and his sound endlessly in his musical quest. He was an artist that defied (and despised) categorization, yet he was the forerunner and innovator of many distinct and important musical movements. ----------- Il pugilato è come il jazz: più è buono e meno la gente l'apprezza. ~ George Foreman ----------- l'arte è espressione di sè. Se stai esprimendo la personalità di qualcun altro non è arte. Bennie Wallace ----------- L'improvvisazione è l'abilità di parlare a se stessi Cecil Taylor ----------- Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz. Sonny Rollins ----------- AFORISMI DI MILES DAVIS: Prima lascia che io lo suoni, poi più tardi te lo spiegherò. La musica è diventata densa. Mi danno dei pezzi pieni d'accordi e io non li so suonare. Nel jazz sta prendendo piede una tendenza ad allontanarsi dal giro convenzionale degli accordi, e una rinnovata enfasi delle varizioni melodiche e armoniche. La musica e la vita sono solo questioni di stile. Non temere gli errori. Non ce ne sono. Non suonare quello che c'è. Suona quello che non c'è. È stato sempre un mio dono quello di saper ascoltare la musica. Non so da dove viene. C'è e non mi faccio domande. Perché suonare tutte queste note quando possiamo suonare solo le migliori? Un mito è un vecchio col bastone che viene ricordato per quello che faceva una volta. Io lo sto ancora facendo. Non esistono note sbagliate. ----------- Cos'è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong ----------- In genere, il jazz è sempre stato simile al tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. Duke Ellington ----------- Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. Frank Zappa ----------- La musica è la tua propria esperienza,i tuoi pensieri,la tua saggezza. Se non la vivi, non verrà MAI fuori dal tuo strumento Charlie Parker ----------- Il Jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso. Ornette Coleman ----------- Credo che la cosa più importante per un musicista sia quella di trasmettere a chi lo ascolta un'immagine di tutte le cose meravigliose che sente e avverte nell'universo. Questo è ciò che la musica significa per me, semplicemente una possibilità, tra le molte altre, di dire che viviamo in un mondo immenso e meraviglioso, un mondo che ci è stato donato John Coltrane ----------- Devi amare per poter suonare. Louis Amstrong ----------- Suona , suona sempre anche senza strumento. Lee Koniz ----------- Un giovane sassofonista si lamentava con me del fatto che ascoltare Coleman Hawkins lo innervosiva. Gli ho risposto: "Coleman Hawkins deve renderti nervoso! Hawkins ha innervosito tutti i sassofonisti degli ultimi quarant'anni!". Cannonball Adderley ----------- "Il sassofono non è solo qualcosa in cui soffiare; esso è qualcosa con cui cantare" Paul Brodie ----------- Mi voltai e c'era Bird, conciato peggio di una merda, con la faccia gonfia, gli occhi arrossati e l'aria di aver dormito nei suoi vestiti spiegazzati per giorni. Ma era fico, con quell'aria hip che gli riusciva di avere anche quando era ubriaco e drogato Miles Davis ----------- La musica lava via la polvere della vita quotidiana Art Blakey ----------- Il jazz è conosciuto in tutto il mondo come una forma d'arte musicale americana e così è. Niente America, niente jazz. Ho visto persone cercare di collegarlo ad altri paesi, per esempio all'Africa, ma non ha niente a che fare con l'Africa. Art Blakey ----------- Ci ho messo tutta la vita ad imparare cosa non si deve suonare. dizzy Gillespie ----------- Il blues non serve a far stare meglio te,serve a far star peggio ki ti ascolta!!! Gengive sanguinanti Murphy- Simpson - Lisa sogna il Blues ----------- se gradite uno strumento che canta,suonate il sassofono.relativamente è come la voce umana. Stan Getz ----------- "Come nuovo, uno dei migliori fegati contemporanei. A bagno nel Dewar (una marca di whisky) e scoppia di salute". paul desmond il giorno in cui gli diagnosticarono un tumore al polmone ----------- "e in culo anche il jazz" Novecento A. Baricco ----------- "io non sono quello che faccio, faccio quello che sono". Miles Davis ----------- "la vita senza la musica sarebbe un errore, ma anche la musica senza la vita sarebbe un errore!" Wayne Shorter ----------- L'unica rabbia che posso provare è verso di me, quando non riesco a suonare quello che voglio (J. Coltrane) ----------- 'Play it in the key of your soul' "Suonala nella chiave della tua Anima" Charles Mingus ----------- "Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra" John Coltrane -----------

 Questo blog è contro la blacklist
ed eventuali commenti anonimi
(o non anonimi) che conterranno
turpiloqui e bestemmie verranno
(forse) cancellati.


Questo blog lo dedico alla memoria
di Fausto Papetti, scomparso nel 1999
nella quasi indifferenza. Eppure è stato
e rimarrà sempre il più grande
sassofonista che abbiamo avuto in Italia
e che pochi hanno saputo apprezzare,
specialmente le nuove generazioni.










 



 


























 

 

 

 



 


 

 

 

 

 




























 



























 

 






































IL CANNOCCHIALE