.
Annunci online

floppy
Tu che oggi parli male di me ... Ieri sparlavi degli altri .... Minkia, si veru infami
SPORT
13 dicembre 2011
Ecco la copertina di "Surfcasting Mania N°4" in tutte le edicole
SPORT
22 febbraio 2011
Tutto sul surfcasting

Il Surfcasting, è una tipologia di pesca, che si pratica sulla spiaggia, d’inverno, durante o alla fine delle mareggiate.
Le condizioni meteomarine devono avere queste caratteristiche, in aggiunta, sempre o quasi sempre è preferibile impostare la battuta, in modo da pescare di notte (la classica nottata), poiché è durante il buio che alcune delle prede più importanti sono in movimento.

Il fondale sabbioso, preferibilmente di sabbia di grana fine, nasconde dalla fine dell’estate e per i mesi susseguenti, tutta una serie di microrganismi e di nutrimento che attrae i pesci grufolatori, ( cioè che mangiano sul fondo) e i predatori ( che mangiano anche a mezz’acqua ed in superficie). E’ di chiara evidenza che la mareggiata o comunque un moto ondoso sostenuto, facilità il rimescolamento del fondale e “mette a disposizione” delle nostre prede il loro nutrimento.

DOVE E QUANDO PRATICARLA

Dicevamo della spiaggia, è fondamentale conoscere il campo di pesca dove si è deciso di effettuare la nostra uscita, io preferisco andare di persona, in estate, con maschera e pinne alla scoperta dei fondali delle spiagge che ritengo poi di dover affrontare d’inverno, l’ispezione estiva dà delle indicazioni, che però vanno valutate anche a seconda dei cambiamenti che le stesse mareggiate impongono ai fondali, in poche parole è necessario conoscere più informazioni possibili che vanno poi però, confrontate con l’osservazione dei fenomeni e delle situazioni che il mare mosso ci restituisce.

La pratica è la miglior maestra, alcune indicazioni però vi possono essere utili.
Prima cosa da fare è sedersi su una duna o comunque sulla spiaggia e osservare con attenzione il movimento delle onde. Poi è necessario individuare le zone dove è più probabile che ci sia il passo dei pesci, ed infine bisogna “contare” le onde, e cioè verificare in un minuto quante volte l’onda si frange sulla battigia, a seconda del numero (vi indicherò una tabella) è possibile capire qual è la forza del mare, e qual è la tendenza della mareggiata, con osservazioni a distanza di un’ora dall’altra.

La Tabella delle onde a salire è indicativamente questa:

Da 1 a 4-5 :: mare calmo o quasi :: tornate a casa e lasciate libera la spiaggia per il beach ledgering
Da 5 a 9 :: mare leggermente mosso o mosso :: si inizia a ragionare, preparate l’attrezzatura
Da 9 a 13 :: questo è il nostro mare, lanciate tutto quello che potete in mare
Da 13 a 18 :: Surfcasting pesante, è cioè per pochi, molto preparati tecnicamente e fisicamente, ed anche con un’attrezzatura idonea
18 :: al limite del possibile, i piombi da 200 grammi grappinati te li risputa in faccia!
Oltre 17-18 :: correte a casa che la minestra è pronta!

La Tabella delle onde a scendere è indicativamente questa:

Vale la stessa tabella precedente ma con un’indicazione in più:
Se dall’osservazione vi rendete conto che il moto ondoso scende da valori di 14-15 a 12-13 quella è la condizione ideale, significa che è in atto una scaduta, che tutta la catena alimentare si è messa in moto, occhio ai cimini!

Per capire il Settore Migliore rispetto ad un altro della stessa spiaggia, dovrete osservare come e dove si frangono le onde, cioè:

più il fondale è profondo e meno le onde si rompono (cavalloni), quindi se davanti a voi il mare non crea cavalloni e alla vostra destra e alla vostra sinistra sì, significa che in quel momento la postazione davanti a voi è più profonda rispetto ai vostri fianchi, e quindi è potenzialmente un canalone, dove è più facile che si possa incontrare una preda.
Se poi il frangente è solo uno e si rompe fragorosamente sulla battigia, gran parte delle prede pascola al suo interno.

Il moto ondoso non è sempre uguale, la Mareggiata Cambia la Conformazione del Fondale e della Spiaggia stessa.
Si formano anche i settori paralleli alla spiaggia, che con una coincidenza di fattori ( tra cui il fattore 16), porta, lanciando dopo il primo frangente, ad avere la posizione ideale.
Ed ancora, ci sono una serie di “postazioni” alternative, vuoi per le condizioni meteomarine avverse, vuoi per necessità esterne ( qualche kilometro da fare a piedi), possono essere impiegati per portare a termine una pescata e sono: le punte, dove è possibile trovare ancora qualcosa a fine mareggiata, i settori misti con scogli in mezzo a chiazze di sabbia (attenti che è difficile), o ancora ed anche per scelta le foci dei torrenti o fiumi, o dietro promontori, se la mareggiata è ancora troppo forte.

ATTREZZATURA

Per portare a termine una battuta di Surfcasting, serve portare con se, una serie di attrezzature ed accessori, dai quali non si può prescindere:

Le canne e i mulinelli :: e vorrei vedervi lanciare senza
Picchetti porta canne :: io li preferisco ai cavalletti, sono più pratici e maneggevoli
Zaino con le seguenti cose :: luce da testa, con batterie sufficenti, le luci chimiche da mettere in cima alle canne di notte (Starlite), i terminali, cioè gli ami già legati con monofili dal 0,35 in su; io preferisco portare solo gli ami già montati, con un monofili lungo circa 50 cm, poi all’occorrenza posso decidere di accorciarli nel momento del bisogno.
Una sedia comoda, ( e lì viene fuori che sono romano), un piatto porta esche che vi faciliterà il lavoro sia di scelta che di innesco, gli aghi per montare le esche sugli ami, (indispensabili), e poi tutti i generi di prima necessità a livello alimentare, con preferenza a cose nutrienti e leggere.
Io mi porto sempre cioccolato, uova sode e frutta, così state a posto, ma in passato per le uscite in calabria, si è arrivati anche a comprare 5 kg di salsicce e a cuocerle sulla spiaggia.

Ma ricordate sempre e dico Sempre, la spiaggia quando andate via deve essere più pulita di quando siete arrivati, è fondamentale il rispetto della natura, dei luoghi dove siete ospiti e delle popolazioni indigene, ( in calabria è un consiglio d’oro), poi se vi prendono a calci nel culo hanno ragione e non vi lamentate, vi avevo avvisato.

Poi l’abbigliamento è importantissimo, ormai la tecnologia ci mette a disposizione materiali eccellenti, fate voi, ma ricordatevi che il freddo fotte anche i lupi di mare, e che la lana in testa serve ancora, poi la pioggia è fastidiosa, quindi impermeabilizzatevi meglio possibile.

In ultimo, se volete essere miei amici, e io ne sarei felice, la grappa non deve mancare mai, a partire dalla Nardini Riserva in su, non vi presentate con la libarna o la bocchino che poi vi dico due cose ....

PREDE

Tutte ....
Saraghi, Spigole, Orate, Mormore, etc, più le sorprese che non sto a dirvi sennò che sorpresa è ....

ESCHE INDICATE

Saraghi :: anellinidi, verme di rimini, americano, e mitili come le cozze o i fasolari
Spigole :: trancio di sarda, trancio di muggine, verme di rimini, americano, piccoli cefalopodi, esche vive come mugginetto e anguilline
Orate :: bibi, cannolicchi, cozze, fasolari, vermi in genere (più difficile)
Mormore :: ma chi l’ha detto? O-K c-o-m-e s-o-p-r-a
TERMINALI

I terminali da surfcasting, sono, secondo me, solo tre: il Paternoster, il Long Arm, lo Short
Adesso vediamoli e capiamo anche le leggere varianti di ognuno

Il Paternoster
Veloce, sicuro è il terminale da turbolenza per eccellenza, si può variare la lunghezza dei finali a secondo la forza del mare più il mare è forte più si devono accorciare a partire da 50 cm ad arrivare a 20 cm

Il Long Arm
E’ il terminale dell’attesa, principe per le orate è comunque un terminale assassino, si cela benissimo, è lungo ed anche molto lungo (variante Diellea) con un sugherino a metà lunghezza, e lungo o molto lungo (variante Ciao-Ciao) con un sugherino vicino all’amo

Lo Short
E’ il terminale da me preferito, si adatta benissimo a qualsiasi situazione in special modo nella media turbolenza, è adattissimo al lancio lungo con montato un bait-clip ( il ferma esca sul trave, che fate quella faccia, e che ho detto!), varianti possibili lo short rovesciato, cioè con amo attaccato al trave da sotto, (vicino al piombo)

AZIONE DI PESCA

E qui son guai, l’azione di pesca è la nostra anima; quello che siamo, lì, viene fuori, non ci sono maschere, non ci sono belletti, non è possibile barare, la nostra azione ci riconosce e ci svela, a noi stessi prima che ad altri, quello che hai dentro devi manifestarlo in quei momenti.

L’azione di pesca inizia una settimana prima dell’uscita, a come sorridi agli sfottò, come prepari lo zaino, a quello che sogni di catturare, a come scegli tutto quello che ti servirà, a come il tuo animo è pronto alla notte invernale, a come reagisci alle tue paure, a come resisti al vento e agli spruzzi in faccia, ed infine a quello che combini durante la pescata vera e propria, questi sono i passaggi che dopo anni di uscite ho scoperto e che seguo alla lettera e che mi hanno sempre dato qualche soddisfazione e nessun problema, io mi comporto cosi’.

Arrivo sulla spiaggia prescelta, conosciuta e studiata, mi siedo con calma (anni di esperienza per avere calma quando si arriva e non farsi prendere della smania di lanciare subito in acqua le esche e pure gridando!), guardo, respiro e ascolto, le onde quante sono?, da dove arriva il vento?, da destra o da sinistra o in faccia, cosi saprò prevederlo al momento dei lanci (attenti alla pancia del filo), c’è un canalone? O magari un settore parallelo?, quanto lo faccio lungo il finale? Ok mi sposto e seguo la spiaggia fino ad un settore che “sento” essere buono, allora e solo allora apro il porta canne ed inizio a montare l’attrezzatura.

Montate le canne, i finali sullo shock-leader ( è un trave di circa il doppio della lunghezza della canna o poco più di spessore dello 0.60-0.70 che serve per resistere allo shock del lancio con piombi di circa 150 gr), innesco le esche, e faccio lo stesso per tutte le canne, poi terminato il tutto le lancio una dopo l’altra nelle direzioni prescelte e alla distanza .... che sono in grado di raggiungere (attenti capitolo a parte, leggetevi il breve excursus già pubblicato), alla quale mi sono allenato e preparato, e che non sempre è quella che sarebbe necessaria.

NOTE E SUGGERIMENTI

Note più che suggerimenti, poiché conosco molto bene, cosa scatena uno che arriva e si mette a dare suggerimenti, ognuno è, o crede di essere, in grado di gestire alla sua maniera il discorso Surfcasting, e in parte è pure giusto, ma l’esperienza serve ed insegna, anche se l’esperienza non è bravura.

SCIENZA
5 dicembre 2010
La linea laterale nei pesci

Nella foto un sarago pizzuto. La linea laterale si nota benissimo lungo il corpo.

 

 I pesci per individuare la preda e individuare gli ostacoli utilizzano la cosidetta "linea laterale" che sarebbe il loro principale sistema sensoriale.

Essa è composta da una serie di organi ricettori disposti lungo i fianchi dell'animale. Forma una riga visibile ad occhio nudo che parte dalla fine degli opercoli che coprono le branchie e raggiunge la coda.

Le funzioni della linea laterale comprendono l'evitamento della collisione con ostacoli fissi, di predatori (generalmente mobili), l'orientamanto relativamente alle correnti acquatiche. Soprattutto per pesci privi di senso della vista, come ad esempio pesci che vivono in caverne, i neuromasti, presenti anche sulla testa, servono anche per la localizzazione del cibo.

Da studi effettuati sul Pollachius pollachius sembra che la linea laterale sia fondamentale nella formazione dei branchi di pesci.

I neuromasti sono sensibili alle vibrazioni a bassa frequenza e alle onde di pressione generate dal moto di corpi solidi nell'acqua.

 

 

SPORT
4 luglio 2010
I miei complimenti a queste due ragazze



I miei complimenti a queste due ragazze per questo splendido esemplare di squalo catturato!!!!

SPORT
16 maggio 2010
HOT SPOT (Spiaggia di Marana in Corsica)

Se volete la certezza di catturare qualche bell'esemplare di squalo "gattuccio" pescando dalla spiaggia a surfcasting, allora il posto ideale e più vicino è in Corsica presso la spiaggia di Marana.

Qui ho letto in varie parti girando in internet che i pesci abboccano a tutto e con una facilità estrema e in qualsiasi condizione di mare e di vento.

Per catturare murene, gronghi e squali gattucci la tecnica è la stessa: surfcasting usando la sarda intera.

Per il surfcasting,  la spiaggia di Marana in Corsica è un vero paradiso con la P maiuscola.

Si tratta di una spiaggia medio bassa di sabbia grigia molto fine.

Qui vi si possono trovare le più svariate specie ittiche.

Presenza tutto l'anno di mormore sia in estate che in inverno.


+ GUARDATE QUESTO VIDEO +

Ombrina di 11 chili pescata dal team di zona133 sulla spiaggia di Marana in Corsica.

http://www.youtube.com/watch?v=numtkn4vjnE


Da come dicono gli amici di zona133 "Se Dio pescasse a surfcasting lo farebbe alla Marana"

http://www.zona133.it/

sfoglia
  

Rubriche
Link
LINK DI PESCA SPORTIVA
Pesca On Line
Pesca in Mare
Caccia e pesca TV
Pescare net
Pesca e nautica
Surfcasting on line
Surfcasting e dintorni
The surf channel
Calabria pesca on line
Calabria Pesca
Pesca TV
Spinning On Line
Planet Spin
Pescare nel Mondo
Sport pesca spinning
Itinerari di pesca
Pesca Abruzzo
Pescara Pescando
Tecnolenza Adriatica
4venti Il portale per la pesca in mare
2anglers La pesca sportiva on line
Black Bass & Co. Tutto sulla pesca al lancio
F.I.P.S.A.S.
Pescare On Line
Pescare
Pesca Ok
Hobby pesca
------------------
RICERCA SUL WEB
Google
Yahoo
Virgilio
M S N
--------------------
UTILITA' E SERVIZI
Codice Civile
Codice Stradale
Codice Penale
Codice Fiscale
Enciclopedia Universale
Enciclpedia Medica
Pagine Bianche
Pagine Gialle
Pagine Utili
Orario Ferroviario
Stradario d'Italia
Poste Italiane
Finanze
Polizia di Stato
Edison
Enel
Telecom Italia
T I M
Rosso Alice
I.N.P.S.
I.N.A.I.L.
I.C.I.
INPDAP
CAP postali
--------------------
INFORMAZIONE
Tg5
Tgcom
Rai
Il Centro
Il Sole 24 ore
La7
La Repubblica
Il Tempo
L'Unità
Il Corriere della Sera
Il Messaggero
--------------------
L A V O R O
Adecco
Bollettino
Concorsi
Giovani Imprenditori
Informa Giovani
Jobline
Obiettivi
Informagiovani Giulianova
-------------------
DA VISITARE
Giorgius (esplorando il cyberspace)
Sebastiano (il matematico)
CeceniaSOS
Barfly blog
------------------
V A R I E
Tortoreto (TE)
Comune Tortoreto (TE)
Parco Nazionale D'Abruzzo
IL portale degli Abruzzesi
Abbruzzo social forum
Abruzzo città
Villa Pini D'Abruzzo (la clinica dove lavora mia sorella come fisioterapista)
Università degli studi di Teramo
Regione Abruzzo
Tutto Abruzzo
Abruzzo natura
Abruzzo Federvolley
Emanuela Falcetti (italiaistruzioniperluso)
Charlie Chaplin
Red Bull
Daddo (il portale multietnico)
Virtual Dj
Alinvolo (iniziative per la lotta all'Aids)
Almamegretta
Raiz
24grana
Quasi quasi ...
-----------------
MUSICA JAZZ
All About Jazz Italia
Sax on the Web
Jazzit (link di musica jazz)
Jazzos (portale di acquisti on line di prodotti inerenti la musica jazz)
Music Club (mensile di musica e concerti)
ACCUJAZZ (radio)
Jazz Convention
-------------------
CONSERVATORI E SCUOLE MUSICALI
Conservatorio di Roma
Conservatorio di L'Aquila
Istituto Braga di Teramo
Conservatorio di Fermo
Scuola Giocond di S.Benedetto T.
------------------
UN PO' DI CRISTIANESIMO
Radio Vaticana
Chiese teramane
Chiesa Della Madonna Dello Splendore di Giulianova Paese
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Test your Internet connection speed at Speedtest.net

by Blografando&BW
Gioco Skateboard in città - Street sesh
Bel gioco di SkateBoard per effettuare acrobazie urbane in mezzo a veicoli vari, con scalinate da superare e rampe da usare per scavalcare camion e automobili.
QUI POTETE SEGUIRMI IN DIRETTA STREAMING QUANDO SONO ONLINE

Streaming video by Ustream
Partecipa al Sondaggio!
Chi è il tuo sassofonista preferito?
Risultati
Partecipa al Sondaggio!
In genere mi piace maggiormente ascoltare della buona musica jazz....
Risultati
JOHN COLTRANE MUSIC PLAYER Per un migliore ascolto delle radio e dei video sottostanti
mettere in pausa il player sovrastante


PESCA WEB TV STREAMING
Watch live streaming video from pescatv at livestream.com
Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica VIDEO MUSICALI

Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------------- Il jazz è molto più di una semplice forma musicale....il jazz è arte, cultura, conoscenza (me stesso) ----------- Miles Davis was the "Picasso of Jazz," reinventing himself and his sound endlessly in his musical quest. He was an artist that defied (and despised) categorization, yet he was the forerunner and innovator of many distinct and important musical movements. ----------- Il pugilato è come il jazz: più è buono e meno la gente l'apprezza. ~ George Foreman ----------- l'arte è espressione di sè. Se stai esprimendo la personalità di qualcun altro non è arte. Bennie Wallace ----------- L'improvvisazione è l'abilità di parlare a se stessi Cecil Taylor ----------- Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz. Sonny Rollins ----------- AFORISMI DI MILES DAVIS: Prima lascia che io lo suoni, poi più tardi te lo spiegherò. La musica è diventata densa. Mi danno dei pezzi pieni d'accordi e io non li so suonare. Nel jazz sta prendendo piede una tendenza ad allontanarsi dal giro convenzionale degli accordi, e una rinnovata enfasi delle varizioni melodiche e armoniche. La musica e la vita sono solo questioni di stile. Non temere gli errori. Non ce ne sono. Non suonare quello che c'è. Suona quello che non c'è. È stato sempre un mio dono quello di saper ascoltare la musica. Non so da dove viene. C'è e non mi faccio domande. Perché suonare tutte queste note quando possiamo suonare solo le migliori? Un mito è un vecchio col bastone che viene ricordato per quello che faceva una volta. Io lo sto ancora facendo. Non esistono note sbagliate. ----------- Cos'è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong ----------- In genere, il jazz è sempre stato simile al tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. Duke Ellington ----------- Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. Frank Zappa ----------- La musica è la tua propria esperienza,i tuoi pensieri,la tua saggezza. Se non la vivi, non verrà MAI fuori dal tuo strumento Charlie Parker ----------- Il Jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso. Ornette Coleman ----------- Credo che la cosa più importante per un musicista sia quella di trasmettere a chi lo ascolta un'immagine di tutte le cose meravigliose che sente e avverte nell'universo. Questo è ciò che la musica significa per me, semplicemente una possibilità, tra le molte altre, di dire che viviamo in un mondo immenso e meraviglioso, un mondo che ci è stato donato John Coltrane ----------- Devi amare per poter suonare. Louis Amstrong ----------- Suona , suona sempre anche senza strumento. Lee Koniz ----------- Un giovane sassofonista si lamentava con me del fatto che ascoltare Coleman Hawkins lo innervosiva. Gli ho risposto: "Coleman Hawkins deve renderti nervoso! Hawkins ha innervosito tutti i sassofonisti degli ultimi quarant'anni!". Cannonball Adderley ----------- "Il sassofono non è solo qualcosa in cui soffiare; esso è qualcosa con cui cantare" Paul Brodie ----------- Mi voltai e c'era Bird, conciato peggio di una merda, con la faccia gonfia, gli occhi arrossati e l'aria di aver dormito nei suoi vestiti spiegazzati per giorni. Ma era fico, con quell'aria hip che gli riusciva di avere anche quando era ubriaco e drogato Miles Davis ----------- La musica lava via la polvere della vita quotidiana Art Blakey ----------- Il jazz è conosciuto in tutto il mondo come una forma d'arte musicale americana e così è. Niente America, niente jazz. Ho visto persone cercare di collegarlo ad altri paesi, per esempio all'Africa, ma non ha niente a che fare con l'Africa. Art Blakey ----------- Ci ho messo tutta la vita ad imparare cosa non si deve suonare. dizzy Gillespie ----------- Il blues non serve a far stare meglio te,serve a far star peggio ki ti ascolta!!! Gengive sanguinanti Murphy- Simpson - Lisa sogna il Blues ----------- se gradite uno strumento che canta,suonate il sassofono.relativamente è come la voce umana. Stan Getz ----------- "Come nuovo, uno dei migliori fegati contemporanei. A bagno nel Dewar (una marca di whisky) e scoppia di salute". paul desmond il giorno in cui gli diagnosticarono un tumore al polmone ----------- "e in culo anche il jazz" Novecento A. Baricco ----------- "io non sono quello che faccio, faccio quello che sono". Miles Davis ----------- "la vita senza la musica sarebbe un errore, ma anche la musica senza la vita sarebbe un errore!" Wayne Shorter ----------- L'unica rabbia che posso provare è verso di me, quando non riesco a suonare quello che voglio (J. Coltrane) ----------- 'Play it in the key of your soul' "Suonala nella chiave della tua Anima" Charles Mingus ----------- "Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra" John Coltrane -----------

 Questo blog è contro la blacklist
ed eventuali commenti anonimi
(o non anonimi) che conterranno
turpiloqui e bestemmie verranno
(forse) cancellati.


Questo blog lo dedico alla memoria
di Fausto Papetti, scomparso nel 1999
nella quasi indifferenza. Eppure è stato
e rimarrà sempre il più grande
sassofonista che abbiamo avuto in Italia
e che pochi hanno saputo apprezzare,
specialmente le nuove generazioni.










 



 


























 

 

 

 



 


 

 

 

 

 




























 



























 

 






































IL CANNOCCHIALE