.
Annunci online

floppy
Tu che oggi parli male di me ... Ieri sparlavi degli altri .... Minkia, si veru infami
SPORT
10 maggio 2012
VIDEO : cattura di squalo Mako con spettacolari salti fuori dall'acqua
SPORT
14 marzo 2012
Blacktip Shark Fishing (Light Tackle)

VIDEO:
http://www.youtube.com/watch?v=DveZNom8sNg


We decided to try the lightest possible reels against these beasts. After getting cut off 6 times we finally landed one. Landed him on a Avet MXL 5.8 MC with 300 yds braid backing and 30 lb mono topshot.

Reels Used: Avet MXL 5.8 MC, Avet MXL 5.8 MC, Saragosa 18000
Rods Used: Custom Gator Glass Rods
Bait: Bonita
Rigs: 6 ft of 500lb mono to 124 lb Single Strand Wire to a 15/0 Circle Hook.

Thanks for watching!

-InfinityFishingTeam

DIARI
17 febbraio 2012
Svelato il mistero dei 15 sulla cassa del morto

Che ci facevano "quindici uomini sulla cassa del morto e una bottiglia di rum"? Milioni di lettori dell' Isola del tesoro di Louis Stevenson si sono posti la domanda sul significato della canzoncina dei pirati capeggiati dal cuoco dalla gamba di legno, Long John Silver. Ma ora uno studioso ed esploratore britannico, Quentin Van Marle, ha chiarito il mistero e ne ha fornito la spiegazione alla Royal Geographical Society di Londra che l' ha pubblicata sul suo periodico Geographical: Stevenson ha riprodotto fedelmente le parole di una canzone originale, realmente cantata tra i pirati nel 1700, nella quale si fa riferimento ad una vicenda accaduta a "Cassa di uomo morto" che e' un pezzetto di terra minuscolo e disabitato tra le Isole Vergini (Caraibi). Secondo una leggenda Edward Teach . uno dei pirati piu' famosi e temuti . puni' un suo equipaggio che si era ammutinato abbandonandolo per 4 settimane sull' impervia isoletta. Ad ognuno dei 30 uomini diede null' altro che una bottiglia di rum e spero' che morissero di fame o si uccidessero a vicenda. Invece, quando torno' dopo un mese trovo' che 15 di essi erano sopravvissuti. Cosi' nacque la canzoncina.

 

 

SPORT
5 gennaio 2012
Seven Gilled Cow

 

Dalla pagina facebook di Vittorio Azzano

"Inizia una tanto attesta, nuova, stagione di pesca oceanica.
 l'intento è quello di sempre: farvi vedere qualche squalo di taglia catturato dalla riva con attrezzature da surfcasting. un particolare ringraziamento in tal senso va a Tony Agutter per aver castomizzato le mie attrezzature. GO BIG OR ... GO HOME!"

In foto: femmina di Seven Gilled Cow (Notorynchus cepidianus) di 79.9kg (record del mondo per sette mesi) - In pictures: Seven Gilled Cow (Notorynchus cepidianus) to 79.9kg (world record for seven months)

Ovviamente c'è chi ha commentato dicendo che lo squalo è stato ucciso. perfortuna molti di voi hanno visto il video dove dopo essere taggata la femmina è stata rimessa in acqua. nove mesi dopo la mia cattura è stata ricatturata ed era in perfetta forma (stimata 75kg). 60gg dopo nuovamente ricatturata, pesava 81.2kg ed era nuovamente gravida.

SCIENZA
26 dicembre 2011
Lo squalo bianco salta sulla barca

 

 

A Mossel Bay, vicino Città del Capo in Sudafrica, un gruppo di ricercatori la scorsa settimana era impegnato in un'attività di routine: identificare gli squali presenti nella zona, attirandoli con esche e fotografando le loro pinne, che sono l'equivalente delle impronte digitali per gli esseri umani.

"Il nostro team aveva già identificato quattro squali, tra cui Pasella, una vecchia conoscenza, e da alcuni minuti l'attività era ferma. All'improvviso un gran frastuono: uno squalo bianco di circa tre metri e pesante mezza tonnellata con un balzo è saltato lateralmente rispetto alla barca piombando a poppa, sfiorando una paio di persone", racconta Enrico Gennari, biologo italiano raggiunto telefonicamente, e direttore di Oceans Research, un istituto indipendente che svolge ricerche sugli squali e che collabora con università e centri studi (in passato ha collaborato anche alla realizzazione di documentari per National Geographic).

"Dibattendosi lo squalo è rimasto bloccato a poppa, distruggendo varie apparecchiature. La ricercatrice Dorien Schroder dopo aver messo in salvo i sei membri dell'equipaggio, tra cui tirocinanti e biologi in visita, ci ha chiamato", continua Gennari.

"Io e Ryan Johnson ci siamo precipitati. Abbiamo subito gettato acqua sulle branchie dello squalo per tenerlo in vita. Non pensavamo fosse così grande e quindi non disponevamo di strumentazione particolare. I primi tentativi di rimetterlo in acqua con delle corde sono falliti".

Gli squali di queste zone sono famosi per gli enormi balzi che compiono fuori dall'acqua.

Chris Fallows, che da anni fotografa gli squali in queste regioni (sua è la foto sopra e la fotogalleria sugli squali che compiono balzi fino a tre metri), ricorda due precedenti, entrambi nel 1976, che coinvolsero barche da pesca. In un caso un pescatore rimase ferito e in entrambi gli squali morirono.

Comunque gli squali di queste acque abitualmente compiono questi grandi balzi (Fallows ne ha contati a centinaia in un anno). Le ragioni per cui lo fanno sono diverse. In primo luogo per catturare prede, ma Fallows ha notato che a volte lo fanno anche per altri motivi quando sono presenti altri squali, forse anche per "ragioni sociali".

Quindi è raro ma è possibile che con uno di questi balzi uno squalo possa saltare in barca.

Dopo il fallimento dei primi tentativi Gennari e il suo team cercano l'aiuto di un peschereccio, alla ricerca di un argano in grado di poter riportare lo squalo in acqua.

"Nel frattempo", racconta Gennari, "abbiamo coperto gli occhi dello squalo con un paio di pantaloni bagnati (nella foto sul muso dello squalo) perché abbiamo visto nella nostra attività che con gli occhi chiusi si rilassano maggiormente e pompato acqua di mare nelle fauci dello squalo, sempre nel disperato tentativo di farlo sopravvivere".

Sono così riusciti a rimetterlo in acqua ancora vivo. Ma l'avventura dello squalo non è finita qui.

"Dopo circa trenta minuti ci hanno richiamato perché lo squalo, probabilmente confuso dall'incidente, era rimasto incagliato sulla spiaggia", continua Gennari.

Lui e Ryan Johnson (nella foto con il berretto) sono così scesi in acqua per spingere lo squalo lungo tre metri.

"Siamo abituati a lavorare con gli squali e prendiamo sempre tutte le precauzioni necessarie, ma non consiglio a nessuno di rifare quello che si vede nella foto, a meno che non sia preparato. Non c'era tempo da perdere, lo squalo era confuso, ma con loro non si è mai sicuri di niente", ricorda Gennari.

Nonostante la mole e la pericolosità del predatore, i due ricercatori hanno spinto lo squalo verso il largo, ma continuava a tornare verso la riva.

"Allora abbiamo legato lo squalo per la coda e il muso a una barca e siamo usciti pian piano dal porto in modo che l'acqua riempisse le branchie e potesse rianimare lo squalo", racconta Gennari.

"Ha funzionato: lo squalo ha dato energici segnali di vita e allora abbiamo tagliato i cavi e lui si è allontanato e sembrava completamente ripresosi".

Ovviamente non si sa dove sia andato lo squalo ma la foto delle sue pinne (la sua "foto segnaletica") è stata distribuita a tutti i ricercatori della zona ed è possibile quindi che in futuro venga riavvistato.

 

Tratto da http://www.nationalgeographic.it/

SCIENZA
11 dicembre 2011
Nuotare fianco a fianco con gli squali Tigre

 

Dalla pagina facebook di Vittorio Azzano

"Gli squali ti scelgono, ti riconscono, ti aspettano pazienti. Sono loro che decidono unicamente chi sta sopra e chi è il privilegiato nuotandogli fianco a fianco. E. Hamingway" Naso con naso con una grande femmina di tigre.

 

SPORT
10 dicembre 2011
Shark fishing

 

Dalla pagina facebook di Vittorio Azzano


Un 'lemon shark' (squalo limone) di quelli davvero grossi.
Non è il record del mondo ma, questo sì supera i 150kg...e non è una femmina gravida.

SCIENZA
4 dicembre 2011
National Geographic, esperimento squali pericolosi

Nella foto uno squalo grigio di barriera

 

Gli squali sono veramente pericolosi? Incredibilmente National Geographic ha voluto dare risposta a questa domanda facendo dei veri e propri esperimenti pericolosissimi.. Mostrati in diretta il 25 novembre su National Geopgrahic (in inglese) ma disponibili anche (in parte) sul web….
 L’incredibile esperimento di National Geographic
 A 18 anni dall’incredibile e insensato attacco al cameraman di National Geographic, la famosa organizzazione mondiale scientifica ha mostrato in diretta il 25 novembre una serie di esperimenti avvenuti in Sud Africa che hanno messo in pericolo la vita di 8 esperti di National Geographic. Gli esperimenti, a cui Nat Geo ha dedicato una pagina apposita, hanno visto 8 esperti di National Geographic eseguire una serie di test pratici, tra cui lo splash test (ovvero nuotare bruscamente sull’acqua), il test con materiali luccicanti oppure persino il test in bikini. Puoi vedere ben 19 video in questa pagina dedicata allo speciale.
 Tutti i test hanno dato esito positivo, ovvero nessuno squalo ha attaccato, e ovviamente non c’è stato alcun trucco. E allora come mai si dice che gli squali siano così pericolosi? Lo scopo di National Geographic è stato proprio quello di rassicurare la gente riguardo la pericolosità degli squali, ovvero che gli squali attaccano solo in condizioni di necessità, e quindi attaccano quando nell’area in cui si trovano non c’è più pesce da mangiare, mirando così agli umani. Il problema della mancanza di pesce è causato principalmente dalla pesca eccessiva, che avviene in molti mari infestati da squali. Non a caso gli esperimenti sono stati fatti in Sud Africa, dove non sono presenti molti pesci mangiati dagli umani (in Sud Africa gli squali si cibano prevalentemente di pinguini e foche) e dove comunque la pesca è limitata. Poi ci possono essere altri problemi, ad esempio in Egitto nel 2010 gli squali che hanno ucciso una tedesca e ferito gravemente quattro russi non sono stati spinti dalla mancanza di cibo, bensì gli attacchi sono stati causati dalla festa islamica avvenuta in Egitto a base di carne di montone, dopo la festa infatti le carcasse della carne sono state gettate in mare.
 Conosco personalmente dei sub che si sono immersi tranquillamente senza gabbia in Sud Africa e posso confermare che, secondo le loro esperienze, se gli squali attaccano è per un preciso motivo e non per pura casualità. E “il preciso motivo” spesso è causato da un comportamento degli umani.


Tratto da http://insidelife.mondoraro.org/

cinema
4 novembre 2011
Un nuovo film sugli squali "SHARK NIGHT 3D"

Ecco alcune immagini del film

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Trailer del film
http://www.youtube.com/watch?v=V_Wwpe4gCM4

SCIENZA
25 ottobre 2011
SETTIMANA EUROPEA DELLO SQUALO, APPELLO A UE

Nella foto uno squalo grigio

 

(ANSA) - BRUXELLES, 24 OTT - Quinta edizione per la Settimana europea dello squalo, lanciata da Shark Alliance, una coalizione di oltre 100 organizzazioni di ricerca, associazioni ambientaliste e ricreative. La manfestazione, che si e' conclusa ieri, presenta una serie di richieste ai ministri della Pesca dell'Ue. L'Ue e' infatti leader mondiale nella cattura, consumo e commercio di squali e l'Italia, secondo i dati di Shark Alliance, e' al primo posto per la cattura di squali mediterranei e uno dei principali importatori, dopo Spagna, Corea e Hong Kong. Si puo' firmare la petizione sul sito web di sharkalliancepetition.org. Ecco il quadro delle richieste della Settimana europea dello squalo del 2011: FINNING: Divieto assoluto di rimozione delle pinne di squalo in mare, senza alcuna eccezione. L'alto valore delle pinne di squalo, al contrario della carne che ha un basso valore economico, costituisce un forte incentivo. Gli squali sbarcati con le pinne naturalmente attaccate non solo contrasta efficacemente la pratica del finning, ma facilita inoltre la raccolta dei dati sulle catture e sulle singole specie, fondamentale per la valutazione e la gestione delle popolazioni di squali. CATTURE: Limiti di catture di squali e razze basati sulle raccomandazioni scientifiche e un approccio precauzionale PROTEZIONE: Tutela a livello nazionale ed europeo delle specie minacciate di squali e razze. La crescita lenta degli squali, la maturita' tardiva e una scarsa fertilita' li rendono infatti particolarmente vulnerabili al sovrasfruttamento, e la loro capacita' di ripopolamento e' estremamente bassa.
 

DIARI
10 ottobre 2011
VIDEO : Mare forza 8 10

http://www.youtube.com/watch?v=QX60x3Wa8Qo

 

Mare forza 8 10

Bellissimo video, musica apocalittica di sottofondo....

Molti dicono che sia un falso mentre esperti dicono che sia un filmato vero...

 

fotografia
7 ottobre 2011
Delfini che cavalcano l'onda

 

Ecco una bellissima foto scattata da Sarah Jones, tratta dal sito del National Geographic

La foto è molto più grande, io per postarla l'ho dovuta ridimensionare

SOCIETA'
31 agosto 2011
LA TEMPESTA PERFETTA DI UNA NAVE MERCI IN MARE FORZA 10 !!!!!!!!

Video

http://www.youtube.com/watch?v=nVcH7J5bPws

 

Non auguro a nessuno di trovarsi in una situazione simile

SCIENZA
27 agosto 2011
Distribuzione dello squalo bianco nel mondo

Da come potete vedere nella cartina, lo squalo bianco è presente anche nel Mediterraneo.

Lontano le coste della Sicilia, c'è il triangolo del mediterraneo, ovvero un punto dove gli squali bianchi si ritrovano per riprodurre.

SPORT
19 agosto 2011
VIDEO : Fishing *Mommotti 190* Extreme Spinning - Dentice

Spinning no limits alle Canarie!!
Stefano e Alessandro, Mommotti 190, un mare incredibile e un pesce da ricordare!!
PLEASE, DON'T TRY THIS AT HOME!!!

VIDEO : http://www.youtube.com/watch?v=p3RBTT42tSw 

 

MOMMOTTI 190

Nel lancio supera abbondantemente lo Shore line sinking,
probabilmente è il jerk che si lancia più lontano al mondo. Tiene qualunque
corrente e alle jerkate sbanda un sacco, e ha la paletta indistruttibile e
delle bellissime ancorette. Ovviamente non ha il nuoto leggero del 180 e
non è roba da usare in acque calme, ma nel suo campo è un mostro.
caratteristiche: azione Sinking dimensioni 190 mm peso 34 g Profondità di nuoto 60-90 cm

Per spigole, dentici, serra, barracuda e tutti i predatori del mare.


VIDEO DI COME SI MUOVE IN ACQUA : http://www.youtube.com/watch?v=RbkbiLsWMl8  

SCIENZA
12 agosto 2011
Webcam subacquee

1) ISOLA DI PANTELLERIA 

http://www.italiawebcam.it/webcam-live/Pantelleria/1840/

 

 

 

 

2) ISOLA DI PANTELLERIA NELLE ANTILLE 

http://www.breathebonaire.com/index.php?CURRENT_CAM=bonairecam2&SET_CAM=bonairecam2

 

 

 

 

3) Webcam Subacquea Venezia Piattaforma Oceanografica  

http://www.webcamvenezia.it/webcam-piattaforma-oceanografica-sub-venezia.php

 

 

 

 

4) Webcam sottomarina in Spagna   

http://sites.upc.edu/~www-sarti/OBSEA/data/live_data_cat.php 

 

 

 

 

 

5) Webcam diverse inquadrature ISMAR piattaforma  

http://www.ismar.cnr.it/infrastrutture/piattaforma-acqua-alta/webcam

 

 

 

 

6) Webcam subacquea in Minnesota   http://www.sportsmansparadiseonline.com/Live_Underwater_MN_Fish.html

 

SPORT
10 agosto 2011
Surfcasting allo squalo

VIDEO :

1) Surfcasting in Namibia : La cattura e il rilascio di un grosso squalo della specie Carcarino ramato, detto anche Bronze Whaler o Narrowtooth.

http://www.youtube.com/watch?v=FLpyp-EtXnA 


2) Sharkfishing: Sand Tiger shark : La cattura di una femmina di Sand Tiger Shark a Port Elizabeth, Sud Africa

http://www.youtube.com/watch?v=Tl2VJWP-KXQ

SCIENZA
9 agosto 2011
Lo squalo martello più longevo del mondo

 

Ha 22 anni, originario della Florida e vive in acquario a Chattanooga

 

E' negli Stati Uniti che vive lo "squalo- Matusalemme": l'esemplare più vecchio del mondo di squalo Bonnethead, della famiglia degli squali martello, sguazza in un acquario a Chattanooga (Tennessee).

Questa specie, come riferisce Live science, è la più piccola della famiglia degli squali martello e vive in natura solitamente fino ai 12 anni. Tuttavia il longevo esemplare è presente nell'acquario del Tennessee dal 1991, dove era stato portato quando aveva tra i due e i tre anni.

"Nonostante l'età molto avanzata, lo squalo sembra ancora perfettamente lucido - ha commentato Rob Mottice, dell'acquario di Chattanooga - dobbiamo ancora muoverci molto rapidamente mentre questo ragazzo si alimenta. E' molto veloce ed a volte morde le dita se un subacqueo non rilascia abbastanza velocemente il cibo".

 


 

SPORT
24 luglio 2011
Surfcasting al serra

In questo post cercherò di spiegare al meglio la pesca a surfcasting del pesce serra.

Per il serra è opportuno l'utilizzo di un cavetto d'acciaio, questo perchè la dentatura sviluppata del serra trancia i monofili che di solito si usano nel surf casting! Questo cavetto risula insostituibile per quanto riguarda la pesca con il vivo

Il Serra caccia in acque basse,sospingendosi fino sotto riva Sfruttando questa caratteristica,in determinate condizioni,puo'essere catturato da terra,utilizzando rigorosamente l'esca viva.
Con mare mosso,il rimescolio delle onde che frangono smuove la sabbia e scopre i piccoli animaletti che vi si nascondono,di cui i pesci costieri (Cefali,Marmore,Saraghi ecc.)sono ghiotti. i Serra,a loro volta,cacciano i cacciatori completando cosi' la catena alimentare.
Le condizioni del mare sono determinanti,infatti,con mare troppo calmo i Serra difficilmente si avvicinano alla riva,mentre con mare troppo mosso l'esca si rovina rapidamente.Le condizioni migliori,come per quasi tutti i tipi di pesca da terra, sono con mare in scaduta dopo una mareggiata.
I posti piu' idonei sono le foci dei corsi d'acqua,le spiagge intorno alle dighe dei porti e,in generale,tutte le spiagge e le coste rocciose frequentate dai pesci costieri,cosa di cui e' facile accertarsi con mare calmo vedendo i branchetti di Cefali.
In particolare lungo le coste rocciose le zone piu' frequentate sono quelle dove e' piu forte il movimento dell'acqua.
Gli orari e i periodi sono gli stessi della pesca a Traina (da Giugno a Novembre,al mattino prima che il sole sia alto e alla sera dal tramonto a notte).
Anche le localita sono le stesse indicate per la Traina.

La pesca si effettua lanciando l'esca ( o meglio calandola,come vedremo piu' oltre) poco prima della zona dove frange l'onda,in modo che si posizioni vicino al gradino di sabbia formato dai frangenti,che e' la zona piu' ricca di pesce e quindi piu'frequentata dai Serra.

Simili ad una lama di una sega in tutte e due le mascelle vi è una serie di denti  triangolari e schiacciati con i bordi molto taglienti,  . Sulla mascella inferiore 18-20 e in quella superiore ve ne sono 15-16 . I suoi morsi sono netti e forti, come potete vedere nelle photo da mutilare le sue prede.

 

VIDEO: serra catturato a surfcasting
http://www.youtube.com/watch?v=OczjwiTwgzM

SPORT
14 luglio 2011
IL "ROCKFISHING"

Nella foto Roberto Ripamonti alle prese con uno squalo nutrice catturato a Rockfishing da una scogliera alta naturale

 


Il Rock Fishing è una tecnica molto simile al surfcasting, praticata da scogliere alte o basse sfruttando la fase di scaduta di una mareggiata che porta la preda ad una frenesia alimentare e quindi proporre le esche adeguate al luogo.

Da non confondersi con la classica pesca a fondo dagli scogli che di simile c'è solo l'ambiente ma variano i tipi di calamenti, le prede, le esche e le condizioni atmosferiche.

Il rockfishing ha come filosofia la cattura di grandi predatoricon ogni tecnica possibile.

E' una tecnica molto pericolosa da praticare vista la la pericolosità e le asperità degli spot in cui viene praticato.

I posti per praticare il rock sono le classiche scogliere a fondale alto oppure basso con fondale misto a sabbia, roccia e posidonia.

Gli spot migliori si trovano in Sicilia, Sardegna, Campania, LIguria e Puglia.

Le condizioni migliori si hanno con il mare mosso o in scaduta.

Sono da preferire i momenti di movimento delle acque, quindi le fasi di marea sia montante che calante.

E' preferibile praticare questa tecnica di giorno fino al tramonto perchè di notte incontreremo solo gronghi e murene.

Le stagioni migliori sono l'autunno e l'inverno.

I mulinelli dovranno essere imbobinati con monofili molto affidabili del diametro che va dal 0.30 allo 0.50. Anche per i terminali vale lo stesso discorso, con qualche eccezione degli ultimi 20 cm costruiti con del cavetto d’acciaio per i serra. Per quanto riguarda gli ami, dovranno essere scelti tra quelli molto robusti e la loro proporzione in base all’esca utilizzata. I piombi dovranno avere diverse forme e diverse misure e la maggior parte delle volte, quasi sempre, viste le possibilità di incaglio, dovranno essere usati a perdere: Legati con un pezzo di monofilo più sottile di quello usato per il calamento, così da cedere in caso di incaglio consentendoci il recupero del calamento e dell’eventuale preda attaccata all’amo.

Da non sottovalutare l’importanza nella scelta delle girelle, che dovrà essere fra le più affidabili e resistenti.

A completamento dello zaino che porteremo sulle spalle (la cassetta è sconsigliata in quanto è meglio avere le mani libere) un paio di pinze, un coppo o ancora meglio un raffio telescopico per salpare le prede, oltre ai soliti aghi infila vermi e al filo elastico per legare i tranci di pesce sull’amo ed infine la varia minuteria per la costruzione dei travi.

Inoltre sono consigliati delle scarpe idonee e un impermeabile per ripararci dagli spruzzi provocati dalle onde sbattendo sugli scogli. Cosa molto importante è quella di evitare l’uso di stivali in quanto, se cadiamo in mare, ci porterebbero a fondo.

Passando alla sezione esche, possiamo classificarne due categorie: Una per la tecnica pesante e una per la più leggera.

Per la pesante possiamo prendere in prestito quelle del surf casting, ossia, i grandi e succulenti inneschi come i cefalopodi innescati interi, le trance di pesce (sgombri, cefali, sugarelli , sardine) oppure usare il vivo, pescato prima di iniziare la vera battuta a rock fishing, che potrebbe essere qualche boga, qualche muggine oppure un occhiata, un sugarello e, preferibilmente,  tutto quello che ci passa lo stesso spot.

Per la leggera dicasi la stessa cosa, ma usando esche di dimensioni minori, e possiamo aggiungere anche i vermi di grossa stazza come il bibi, l’americano ed il rimini, il granchio che troviamo in loco (ottimo per orate e saraghi, oppure i grossi bivalvi. Da sottolineare che, come nel surf casting, equivale il detto: Esca grossa = pesce grosso.

Infine, parliamo dei calamenti, che sono la cosa che deve attirare di più la nostra attenzione per quanto riguarda la cura nella realizzazione.

Ci sono diversi tipi di calamenti in quanto non tutte le prede mangiano a fondo o in superficie.

Quelli di superficie potranno essere realizzati con galleggianti piombati della grammatura idonea, con al di sotto un terminale lungo sui 2/3 metri, di diametro adeguato al tipo di preda da insidiare, con inserite delle palline di piombo a scalare nel primo metro e innescato con filetto di sardina, cefalopode, oppure grossi vermi. Mentre per l’innesco del pesce vivo dovremmo realizzare un terminale che comprenda due ami montati a seguire (tandem).

Per quelle da fondo il concetto cambia. Qui entra in gioco il piombo a perdere che, come spiegato prima, si tratta di collegare il piombo al terminale con uno spezzone di monofilo più sottile cosicché , in caso di incaglio sul fondo, ci permetta di perdere solo il piombo consentendoci di recuperare il calamento con la preda attaccata.

Perdere molti piombi è una grossa spesa a livello economico, e qui possiamo rimediare costruendoci da soli i piombi con del comune gesso (non esagerando nelle dimensioni in quanto il gesso bagnato aumenta il suo peso di parecchio).

Come stampo possiamo usare del tubo in gomma, quello per l’irrigazione: Si sceglie la lunghezza e si taglia il tubo in modo longitudinale. Come tappo, da un lato, si può metterne uno di sughero. Si inserisce all’interno del tubo il gancio, con l’occhiello che fuoriesce, e si chiude il tubo con delle fascette oppure utilizzando del comune scotch. Si fa la colata di gesso dal lato aperto e, quando si è indurito, basta togliere lo scotch, aprire il tubo e prenderci il nostro piombo, che sarà facilmente modellabile con una lima.

 

http://www.italianseaanglers.it/

 

VIDEO:

1) Rockfishing in Sicilia 

http://www.youtube.com/watch?v=d90JJ3up1Jk

2) Innesco seppia per il rockfishing 

http://www.youtube.com/watch?v=HYT4nPfV5u8

 

3) Rockfishing extremo in Giappone 

http://www.youtube.com/watch?v=o81wF2z0Ymw&feature=fvwrel

 


 

 

 

sfoglia
  

Rubriche
Link
LINK DI PESCA SPORTIVA
Pesca On Line
Pesca in Mare
Caccia e pesca TV
Pescare net
Pesca e nautica
Surfcasting on line
Surfcasting e dintorni
The surf channel
Calabria pesca on line
Calabria Pesca
Pesca TV
Spinning On Line
Planet Spin
Pescare nel Mondo
Sport pesca spinning
Itinerari di pesca
Pesca Abruzzo
Pescara Pescando
Tecnolenza Adriatica
4venti Il portale per la pesca in mare
2anglers La pesca sportiva on line
Black Bass & Co. Tutto sulla pesca al lancio
F.I.P.S.A.S.
Pescare On Line
Pescare
Pesca Ok
Hobby pesca
------------------
RICERCA SUL WEB
Google
Yahoo
Virgilio
M S N
--------------------
UTILITA' E SERVIZI
Codice Civile
Codice Stradale
Codice Penale
Codice Fiscale
Enciclopedia Universale
Enciclpedia Medica
Pagine Bianche
Pagine Gialle
Pagine Utili
Orario Ferroviario
Stradario d'Italia
Poste Italiane
Finanze
Polizia di Stato
Edison
Enel
Telecom Italia
T I M
Rosso Alice
I.N.P.S.
I.N.A.I.L.
I.C.I.
INPDAP
CAP postali
--------------------
INFORMAZIONE
Tg5
Tgcom
Rai
Il Centro
Il Sole 24 ore
La7
La Repubblica
Il Tempo
L'Unità
Il Corriere della Sera
Il Messaggero
--------------------
L A V O R O
Adecco
Bollettino
Concorsi
Giovani Imprenditori
Informa Giovani
Jobline
Obiettivi
Informagiovani Giulianova
-------------------
DA VISITARE
Giorgius (esplorando il cyberspace)
Sebastiano (il matematico)
CeceniaSOS
Barfly blog
------------------
V A R I E
Tortoreto (TE)
Comune Tortoreto (TE)
Parco Nazionale D'Abruzzo
IL portale degli Abruzzesi
Abbruzzo social forum
Abruzzo città
Villa Pini D'Abruzzo (la clinica dove lavora mia sorella come fisioterapista)
Università degli studi di Teramo
Regione Abruzzo
Tutto Abruzzo
Abruzzo natura
Abruzzo Federvolley
Emanuela Falcetti (italiaistruzioniperluso)
Charlie Chaplin
Red Bull
Daddo (il portale multietnico)
Virtual Dj
Alinvolo (iniziative per la lotta all'Aids)
Almamegretta
Raiz
24grana
Quasi quasi ...
-----------------
MUSICA JAZZ
All About Jazz Italia
Sax on the Web
Jazzit (link di musica jazz)
Jazzos (portale di acquisti on line di prodotti inerenti la musica jazz)
Music Club (mensile di musica e concerti)
ACCUJAZZ (radio)
Jazz Convention
-------------------
CONSERVATORI E SCUOLE MUSICALI
Conservatorio di Roma
Conservatorio di L'Aquila
Istituto Braga di Teramo
Conservatorio di Fermo
Scuola Giocond di S.Benedetto T.
------------------
UN PO' DI CRISTIANESIMO
Radio Vaticana
Chiese teramane
Chiesa Della Madonna Dello Splendore di Giulianova Paese
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Test your Internet connection speed at Speedtest.net

by Blografando&BW
Gioco Skateboard in città - Street sesh
Bel gioco di SkateBoard per effettuare acrobazie urbane in mezzo a veicoli vari, con scalinate da superare e rampe da usare per scavalcare camion e automobili.
QUI POTETE SEGUIRMI IN DIRETTA STREAMING QUANDO SONO ONLINE

Streaming video by Ustream
Partecipa al Sondaggio!
Chi è il tuo sassofonista preferito?
Risultati
Partecipa al Sondaggio!
In genere mi piace maggiormente ascoltare della buona musica jazz....
Risultati
JOHN COLTRANE MUSIC PLAYER Per un migliore ascolto delle radio e dei video sottostanti
mettere in pausa il player sovrastante


PESCA WEB TV STREAMING
Watch live streaming video from pescatv at livestream.com
Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica VIDEO MUSICALI

Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------------- Il jazz è molto più di una semplice forma musicale....il jazz è arte, cultura, conoscenza (me stesso) ----------- Miles Davis was the "Picasso of Jazz," reinventing himself and his sound endlessly in his musical quest. He was an artist that defied (and despised) categorization, yet he was the forerunner and innovator of many distinct and important musical movements. ----------- Il pugilato è come il jazz: più è buono e meno la gente l'apprezza. ~ George Foreman ----------- l'arte è espressione di sè. Se stai esprimendo la personalità di qualcun altro non è arte. Bennie Wallace ----------- L'improvvisazione è l'abilità di parlare a se stessi Cecil Taylor ----------- Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz. Sonny Rollins ----------- AFORISMI DI MILES DAVIS: Prima lascia che io lo suoni, poi più tardi te lo spiegherò. La musica è diventata densa. Mi danno dei pezzi pieni d'accordi e io non li so suonare. Nel jazz sta prendendo piede una tendenza ad allontanarsi dal giro convenzionale degli accordi, e una rinnovata enfasi delle varizioni melodiche e armoniche. La musica e la vita sono solo questioni di stile. Non temere gli errori. Non ce ne sono. Non suonare quello che c'è. Suona quello che non c'è. È stato sempre un mio dono quello di saper ascoltare la musica. Non so da dove viene. C'è e non mi faccio domande. Perché suonare tutte queste note quando possiamo suonare solo le migliori? Un mito è un vecchio col bastone che viene ricordato per quello che faceva una volta. Io lo sto ancora facendo. Non esistono note sbagliate. ----------- Cos'è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong ----------- In genere, il jazz è sempre stato simile al tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. Duke Ellington ----------- Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. Frank Zappa ----------- La musica è la tua propria esperienza,i tuoi pensieri,la tua saggezza. Se non la vivi, non verrà MAI fuori dal tuo strumento Charlie Parker ----------- Il Jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso. Ornette Coleman ----------- Credo che la cosa più importante per un musicista sia quella di trasmettere a chi lo ascolta un'immagine di tutte le cose meravigliose che sente e avverte nell'universo. Questo è ciò che la musica significa per me, semplicemente una possibilità, tra le molte altre, di dire che viviamo in un mondo immenso e meraviglioso, un mondo che ci è stato donato John Coltrane ----------- Devi amare per poter suonare. Louis Amstrong ----------- Suona , suona sempre anche senza strumento. Lee Koniz ----------- Un giovane sassofonista si lamentava con me del fatto che ascoltare Coleman Hawkins lo innervosiva. Gli ho risposto: "Coleman Hawkins deve renderti nervoso! Hawkins ha innervosito tutti i sassofonisti degli ultimi quarant'anni!". Cannonball Adderley ----------- "Il sassofono non è solo qualcosa in cui soffiare; esso è qualcosa con cui cantare" Paul Brodie ----------- Mi voltai e c'era Bird, conciato peggio di una merda, con la faccia gonfia, gli occhi arrossati e l'aria di aver dormito nei suoi vestiti spiegazzati per giorni. Ma era fico, con quell'aria hip che gli riusciva di avere anche quando era ubriaco e drogato Miles Davis ----------- La musica lava via la polvere della vita quotidiana Art Blakey ----------- Il jazz è conosciuto in tutto il mondo come una forma d'arte musicale americana e così è. Niente America, niente jazz. Ho visto persone cercare di collegarlo ad altri paesi, per esempio all'Africa, ma non ha niente a che fare con l'Africa. Art Blakey ----------- Ci ho messo tutta la vita ad imparare cosa non si deve suonare. dizzy Gillespie ----------- Il blues non serve a far stare meglio te,serve a far star peggio ki ti ascolta!!! Gengive sanguinanti Murphy- Simpson - Lisa sogna il Blues ----------- se gradite uno strumento che canta,suonate il sassofono.relativamente è come la voce umana. Stan Getz ----------- "Come nuovo, uno dei migliori fegati contemporanei. A bagno nel Dewar (una marca di whisky) e scoppia di salute". paul desmond il giorno in cui gli diagnosticarono un tumore al polmone ----------- "e in culo anche il jazz" Novecento A. Baricco ----------- "io non sono quello che faccio, faccio quello che sono". Miles Davis ----------- "la vita senza la musica sarebbe un errore, ma anche la musica senza la vita sarebbe un errore!" Wayne Shorter ----------- L'unica rabbia che posso provare è verso di me, quando non riesco a suonare quello che voglio (J. Coltrane) ----------- 'Play it in the key of your soul' "Suonala nella chiave della tua Anima" Charles Mingus ----------- "Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra" John Coltrane -----------

 Questo blog è contro la blacklist
ed eventuali commenti anonimi
(o non anonimi) che conterranno
turpiloqui e bestemmie verranno
(forse) cancellati.


Questo blog lo dedico alla memoria
di Fausto Papetti, scomparso nel 1999
nella quasi indifferenza. Eppure è stato
e rimarrà sempre il più grande
sassofonista che abbiamo avuto in Italia
e che pochi hanno saputo apprezzare,
specialmente le nuove generazioni.










 



 


























 

 

 

 



 


 

 

 

 

 




























 



























 

 






































IL CANNOCCHIALE