.
Annunci online

floppy
Tu che oggi parli male di me ... Ieri sparlavi degli altri .... Minkia, si veru infami
SPORT
25 gennaio 2013
Surfcasting invernale in medio adriatico

Foto rappresentativa che ho trovato su internet

 

Spiagge formate da sabbia fine, spesso sono presenti i frangiflutti ad una distanza che va dai 50 ai 100 metri dalla riva.
I frangiflutti per  descriverli meglio sono linee discontinue di scogli artificiali paralleli alla costa, sono interrotti per tratti
che vanno dai 15 ai 50 metri, una vera barriera alla forza del mare.
Parliamo del fondale che si presenta sabbioso anch'esso, basso con poca profondita circa 1-2 metri fino alle barriere artificiali, all'altezza
delle stesse si forma un piccolo gradino, poi il mare degrada molto molto lentamente.

In condizioni di mare mosso, l'acqua si presenta paonazza, torbidissima, con schiuma in superfice.
In scaduta il mare perde la schiuma, diventa più paonazzo.

Sappiamo che ci sono orate, spigole, mormore, triglie, saraghi, gronghi, pesci piatti.

la tipologia di spiagge è quella tipica in cui si può creare un impianto da surfcasting da manuale.

Le barriere flangiflutti in sè rappresentano due frangenti dove la mareggiata va a creare la schiuma ed il deposito sabbioso ricco di alimenti. Il tratto libero rappresenta il corridoio di ingresso del pesce che va a ripararsi dalla furia delle correnti, seguito a ruota dai predatori.
Le due stesse barriere possono inoltre rappresentare un pascolo per grufolatori e ulteriore richiamo per predatori. L'acqua opaca, sempre che non sia color caffelatte, è un'altra alleata della nostra strategia in quanto fa abbassassare la guardia ai pinnuti. Nel periodo invernale c'è sempre qualche spigola a caccia oltre agli onnipresenti saraghi (a ridosso delle barriere flangiflutti).

Esche più usate : cannolicchio, la seppia, il calamaro, il fasolare e la sarda e, in fatto di vermi, americani e bibi belli cicciotti.

 

Per questo articolo ringrazio il sito www.calabriapescaonline.it da dove ho preso spunto e che invito tutti a visitare.

20 ottobre 2012
La mia pescata dalla spiaggia di ieri notte

 

 

Le 6 mormore e i 3 saraghetti che ho pescato ieri notte in 3 ore di pesca dalla spiaggia di Martinsicuro (TE) - Abruzzo ... pescando con due canne.

SPORT
19 ottobre 2012
Leccia amia a spinning dal molo di Martinsicuro ( VIDEO )

Nelle ultime due settimane hanno pescato a spinning con artificiali popper 2 grosse lecce amia di 15 e 13 Kg. Dal molo di Martinsicuro in provincia di Teramo in Abruzzo.

 

Leccia di 15 Kg.

http://www.youtube.com/watch?v=AGrrejO8C_g

canna: SMITH ltd Dragonbait 7' 8 10-60 gr

mulinello: Shimano Sustain 4000 FG

trecciato: SUN LINE Super PE 15 libbre

finale: V-Hard SUN LINE 20 lb


Leccia di 13 kg.

http://www.youtube.com/watch?v=c-7hiORJQy4&feature=share&list=UUtaCtmi0HuSChbWD4NJhbUg

canna: X-Zoga Mastery MA-S 8'5 MH2 max 60 grammi

mulinello: Shimano Stradic 5000 FC

trecciato: Dyna-Tex Trabucco 30 libbre

finale: Seaguar ACE MARE 44 lb


VIDEO RILASCIO LECCIA 15 KG.

http://www.youtube.com/watch?v=gO24u_fMixo&feature=share&list=UUtaCtmi0HuSChbWD4NJhbUg






SPORT
6 febbraio 2012
Beach Legering alle mormore a Villa Rosa e Martinsicuro (Abruzzo)

Per quanto riguarda la pesca delle mormore dalla spiaggia, va bene l’intera spiaggia di Villa Rosa e Martinsicuro, quindi diciamo dalla foce del torrente Vibrata fino alla rotonda dello chalet Riccardo e anche pescando dai due moletti di Villa Rosa e Martinsicuro si possono effettuare belle catture.

Ricordo che qui d’estate con l’arrivo dei bagnanti è consentito pescare dalla spiaggia solo dalle ore 20 di sera fino alle ore 8 del mattino.

Nel tratto che va dalla foce del Vibrata (a sud di Villa Rosa al confine con Alba Adriatica) fino al moletto di Villa Rosa non sono presenti scogli flangiflutti quindi è più agevole lanciare lontano. Invece dal moletto di Villa Rosa fino al molo di Martinsicuro sono presenti a una distanza di 90/100 metri circa scogli flangiflutti.  Il fondale è interamente sabbioso senza asperità che degrada dolcemente fino ad arrivare a 70 metri una profondità di circa 1,5 mt. / 2 mt. Trattasi quindi di una spiaggia a bassa energia con arenile anche sabbioso. Le postazioni di pesca sono molto agevoli, si parcheggia la macchina sul lungomare e in due minuti sei in spiaggia.

Quindi il tratto di pesca dove le mormore sono presenti uniformemente è di circa 8/10 Km.

Qui le mormore si possono pescare a fine Aprile/inizio Maggio fino a tutto Settembre specialmente a mare calmo e nelle ore notturne.

Le mormore si possono pescare a qualsiasi distanza (dai 30 metri ai 100 metri). Nelle zone dove ci sono gli scogli flangiflutti io faccio così : una canna tiro tra le due file di flangiflutti e l’altra la tiro davanti gli scogli flangiflutti.

Per pescare la mormora vanno bene un paio di canne da beach legering con casting 20 – 100 grammi e mulinelli di taglia 5000.

In bobina andremo a mettere uno 0,18 max 0,20 – schock leader di 10 metri dello 0,35 collegato alla lenza madre con nodo Albright special. Direttamente sullo shock leader andremo ad inserire un piombo scorrevole dai 75 grammi agli 85 grammi e non di più. Dopo il piombo sempre sullo shock leader mettiamo un salvanodo – poi una girella e poi il terminale di circa 1,20 mt. / 2 mt. di 0,18 max 0,20 fluorocarbon e poi un amo di tipo beack del 10 max 12 (io uso i 1215A Katana) collegato con un nodo palomar al terminale. Io uso il fluorocarbon anche di notte non tanto per l’invisibilità ma perché è molto più antiabrasivo del nylon normale. Come esche coreano e arenicola non flotterati.

Ricordo che le abboccate delle mormore avverrano in gran quantità dalle 20 di sera fino all’una di notte per poi riprendere verso le 6 del mattino fino alle 10 del mattino.

Qui da noi le mormore che si catturano hanno una dimensione media che va dai 300 ai 500 grammi ma ogni tanto si catturano anche esemplari più grossi sul chilo di peso.

 

L'AUTORE DI TALE ARTICOLO SONO IO

SPORT
19 dicembre 2011
La mia Maver Elite 170 e la mia Kombat Italcanna 160 in azione !!!!

 

 

 

 

 

SPORT
15 giugno 2011
Aquila di mare pescata dagli scogli

Myliobatis aquila   (Linnaeus, 1758)

La forma del disco è rombica col diametro orizzontale più largo di quello verticale. La testa, rialzata sul piano del dorso, sporge col muso, il quale ha il bordo anteriore semicircolare. Gli occhi sono in posizione laterale e sono seguiti dagli spiracoli. La coda, lunga più del doppio del disco, è a frustino e ha una spina nel suo lato dorsale. La pelle è liscia e ricoperta di muco scivoloso. Le aperture nasali sono in posizione ventrale e collegate alla bocca da due solchi laterali. Nelle mascelle esistono delle piastre dentarie formate da denti poligonali appiattiti e disposti in 7 serie.
Le pinne cefalo-pettorali formano un disco largo quasi il doppio dell'altezza ed hanno gli apici appuntiti;  i margini anteriori sono convessi e quelli posteriori sono concavi, tanto da fare assumere alle pinne un aspetto di ali falcate. Le pinne pelviche sono quadrangolari col margine posteriore rettilineo. Esiste una sola pinna dorsale che è arrotondata e inserita sulla coda, dietro agli apici delle ventrali e poco prima dell'aculeo, che è robusto e coi margini seghettati. Le pinne anale e caudale sono assenti.

La colorazione è bruno cenere scuro, con riflessi verdastri o bronzo sporco. Il ventre è biancastro, col margine esterno delle pettorali e delle pelviche più scuro o bruno rossastro. La coda è nera.
E' una specie costiera e a volte oceanica delle acque tropicali e temperate, che vive da pochi metri a 300 m di profondità, nuotando spesso a mezz'acqua o in prossimità della superficie, preferibilmente su fondi sabbiosi delle baie e degli estuari.  E' ovovivipara e, dopo una gestazione da 6 a 8 mesi, partorisce, nel periodo autunno-invernale, da tre a sette embrioni per volta. Gli embrioni quando nascono hanno l'aspetto degli adulti. Si nutre di gasteropodi e lamellibranchi e  anche grossi crostacei, granchi e paguri; spesso si aiuta con lo sbattimento delle pettorali per catturare le prede. Si pesca con reti a strascico o da posta e con palangresi di fondo. La sua carne è molle e viscosa e viene commercializzata e consumata fresca solo localmente. Può superare 1.5 m di larghezza e raggiungere 2.6 m di lunghezza. L'aculeo caudale  è dotato di un liquido tossico contenuto in una apposita ghiandola velenifera.
Nei mari italiani è ovunque, più comune in Adriatico che nel Tirreno.

http://www.webalice.it/colapisci/PescItalia/pisces/elasmobranchi/Rajformes/Myliobatidae/aquilamare.htm


 

VIDEO : Aquila di mare pescata dagli scogli
http://www.youtube.com/watch?v=k55JsdZBCfU

SPORT
31 marzo 2011
Ortona e San Vito Chietino - Abruzzo

Pescatori al molo sud del porto di Ortona

 

Pescatori al molo di San Vito Chietino

fotografia
31 marzo 2011
San Vito Chietino - Costa dei Trabocchi - Abruzzo

San Vito Chietino - Abruzzo (Costa dei Trabocchi)

Ma quant'è bello l'Abruzzo ... una terra magica e affascinante piena di poesia ...

Immagini prese da internet

SCIENZA
26 febbraio 2011
Il Grande Squalo Bianco nel Mare Adriatico

Credo che esistano poche altre creature marine che colpiscono l’immaginazione come il grande Squalo bianco (Carcharodon carcharias). Questo squalo robusto, potente, veloce, dinamico e indubbiamente grande, raggiunge molto probabilmente i 7 metri di lunghezza, è lo squalo per eccellenza, nell’immaginario collettivo. Anche se purtroppo, soprattutto per motivi molto più legati alla paura che la sua bocca enorme e i suoi denti grandi, triangolari e affilati, suscitano in noi, che non per la meraviglia e il fascino che l’ecologia e il comportamento di questo grande predatore possono originare.
E’ sorprendentemente alto il numero di segnalazioni di Squalo bianco collezionate durante il diciannovesimo e la prima metà del ventesimo secolo, nell’Adriatico nord-orientale. Questi avvistamenti e catture, collocati principalmente nel golfo di Trieste e nell’area del Quarnaro, indicano che con ogni probabilità, nel periodo indicato, lo Squalo bianco fosse molto più frequente in queste acque che non in tutto il resto del Mediterraneo.
Ovviamente, per un predatore di tali dimensioni, è normale collegare la sua presenza in una data area, con la disponibilità di prede nella stessa area. Per cui si fa risalire l’allora intensa frequentazione di Squali Bianchi, con le numerose attività di pesca al tonno (vere e proprie tonnare) che si praticavano proprio in quell’area.
E forse proprio per lo stesso motivo (leggi cioè diminuzione drastica delle prede), oggi lo Squalo bianco è diventato solamente raro, se non addirittura sporadico, in Adriatico. Gli avvistamenti, meno di uno all’anno, di questo grande pesce suscitano sempre un grande clamore, con passaggi su media nazionali, e spesso proclamazioni di allarme, quasi sempre ingiustificate.
Il 20 settembre 1986, l’aliscafo che collega Rimini all’allora Jugoslavia avvista uno “squalo di circa sei metri”. Nei giorni seguenti l’animale viene ripetutamente avvistato e addirittura preso all’amo, ma la bestia spezza ben presto la lenza. Infine il motoscafo “Gatto nero” lo riavvista e lo fotografa: sì, è uno Squalo bianco.
Il 29 agosto 1997 un altro avvistamento fa scalpore. Sui telegiornali nazionali passano le immagini filmate di uno Squalo bianco che, 25 miglia al largo di Senigallia, addenta la carcassa di uno Squalo volpe appesa fuori bordo ad una barca di un pescatore sportivo che si vede divorare la preda appena pescata. Anche stavolta grande allarme e addirittura bandiere rosse in spiaggia…
L’estate successiva, nel 1998, un esemplare viene fotografato al largo di Giulianova, mentre per l’avvistamento fotografico successivo bisogna aspettare tre anni: agosto 2001, a Falconara.
L’anno dopo, settembre 2002, un pescatore al largo di Porto San Giorgio scatta diverse belle foto di un esemplare di 4,5 m circa, che “ronza” attorno alla barca, con tanto di classica pinna dorsale che fende l’acqua.
L’ultima segnalazione risale infine all’anno dopo, quando nel giugno del 2003, una femmina di 5,7 metri viene addirittura pescata nei pressi dell’isola di Jabuka, in Croazia (è quella che vedete nella foto). Il peso stimato era di 2,5 tonnellate.
Insomma, a dispetto di una presenza intensa a cavallo del XIX e XX secolo, attualmente questo affascinante bestione ci visita solo sporadicamente. E’ necessario aggiungere che questi avvistamenti devono suscitare solo stupore e interesse e non certo paura o timori per la balneazione?

 

Tratto da www.storiedimare.net/

 

fotografia
16 gennaio 2011
Le foto che ho scattato oggi a FOSSACESIA LIDO - provincia di Chieti - Abruzzo (Costa dei Trabocchi)

Tutte foto che ho scattato verso le 16 di oggi pomeriggio. Nuvoloso e banchi di nebbia

 

SPORT
3 ottobre 2010
Video : spinning alla spigola dalla spiaggia

Il video che vi sto per presentare è stato girato dal signor Giovanni Castigione da una località segreta della costa adriatica.

Cattura di una spigola di 4 Kg. a spinning dalla spiaggia.


Per catturare la spigola a spinning è stata usata la seguente attrezzatura:

Canna Shimano NEXAVE AX 300
Mulinello Ryoby applause 4.000
Filo nylon 0,24


Ecco il link al video:
http://www.youtube.com/watch?v=V6QowQNBlis

Comunque io ho riconosciuto il posto esatto dove è stato girato questo video e conosco di vista anche il protagonista di questo video e una volta vedendomi pescare a surf mi chiese se avevo preso qualcosa........Esattamente in quel punto ci sono stato un paio di volte questa estate a pescare a surf catturando ombrine di taglia media, occhiate e sugarelli. Il posto non lo voglio svelare perchè ho intenzione di ritornarci spesso anche quest'inverno. Dirò solo che si trova a circa 25 minuti di macchina da casa mia.

 

SPORT
11 luglio 2010
La "costa dei trabocchi" : una meraviglia della natura che abbiamo in Abruzzo






La Costa dei Trabocchi corrisponde al tratto di litorale Adriatico della provincia di Chieti (Abruzzo) segnato dalla diffusione del trabocco, macchina da pesca su palafitta. È un tratto di costa famoso in tutta Italia per la sua bellezza naturalistica, sede di importanti insediamenti turistici. La Costa dei Trabocchi è nota per la sua eterogeneità dove ognuno dei paesi della Costa ha il proprio carattere e le proprie tradizioni.

I Comuni che la compongono fanno parte della provincia di Chieti e sono i seguenti:

Francavilla al mare
Ortona
San Vito Chietino
Rocca San Giovanni
Fossacesia
Torino di Sangro
Casalbordino
Vasto
San Salvo

La costa non si presenta omogenea nei vari tratti che la compongono, ma, al contrario, muta notevolmente d'aspetto. Vi sono tratti di spiaggia bassa e sabbiosa (come a Francavilla, Ortona, Casalbordino, Vasto e San Salvo) e tratti a ciottolame (a Fossacesia, Torino di Sangro), oltre a tratti alti e rocciosi (a San Vito Chietino e Rocca San Giovanni). La fascia costiera si fa strada tra vallate e colli che, terminando sul mare, danno vita a paesaggi e ambienti naturali di vario genere.

La regione ha un forte indotto economico grazie al turismo, molto presente grazie all'eccezionale paesaggio della costa che è rimasto nell'immaginario collettivo di molti stranieri come uno dei simboli dell'Italia.

Lungo la Costa dei Trabocchi è prevista la realizzazione del Ciclovia Adriatica (la ciclabile di 1000 km che correrà lungo tutta la costa adriatica dalla foce del Po alla Puglia) nell'area dismessa della ferrovia (49 km).

In questi giorni è in corso una dura mobilitazione della popolazione della costa e dell'entroterra abruzzese,

finalizzata ad impedire la costruzione di un enorme impianto (127.000 m2) di deidrosolforazione del petrolio greggio, voluta dall' ENI e subito chiamato Centro Oli. Il centro dovrebbe sorgere in contrada Feudo, nel bel mezzo della zona dove vengono prodotte la maggiori quantità e le migliori qualità del vino abruzzese . Le popolazioni temono in particolare le ricadute sulla salute dell'esposizione all'idrogeno solforato, la distruzione della fiorente economia agricola e gli effetti negativi sul turismo. L'impianto dovrebbe sorgere infatti a pochissimi chilometri dalla costa dei trabocchi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Costa_dei_trabocchi


Dite NO alla droga e alle altre cose superficiali della vita e godetevi la vita sana all'aria aperta, godetevi la natura e quello che di buono vi offre la vita.

sfoglia
  

Rubriche
Link
LINK DI PESCA SPORTIVA
Pesca On Line
Pesca in Mare
Caccia e pesca TV
Pescare net
Pesca e nautica
Surfcasting on line
Surfcasting e dintorni
The surf channel
Calabria pesca on line
Calabria Pesca
Pesca TV
Spinning On Line
Planet Spin
Pescare nel Mondo
Sport pesca spinning
Itinerari di pesca
Pesca Abruzzo
Pescara Pescando
Tecnolenza Adriatica
4venti Il portale per la pesca in mare
2anglers La pesca sportiva on line
Black Bass & Co. Tutto sulla pesca al lancio
F.I.P.S.A.S.
Pescare On Line
Pescare
Pesca Ok
Hobby pesca
------------------
RICERCA SUL WEB
Google
Yahoo
Virgilio
M S N
--------------------
UTILITA' E SERVIZI
Codice Civile
Codice Stradale
Codice Penale
Codice Fiscale
Enciclopedia Universale
Enciclpedia Medica
Pagine Bianche
Pagine Gialle
Pagine Utili
Orario Ferroviario
Stradario d'Italia
Poste Italiane
Finanze
Polizia di Stato
Edison
Enel
Telecom Italia
T I M
Rosso Alice
I.N.P.S.
I.N.A.I.L.
I.C.I.
INPDAP
CAP postali
--------------------
INFORMAZIONE
Tg5
Tgcom
Rai
Il Centro
Il Sole 24 ore
La7
La Repubblica
Il Tempo
L'Unità
Il Corriere della Sera
Il Messaggero
--------------------
L A V O R O
Adecco
Bollettino
Concorsi
Giovani Imprenditori
Informa Giovani
Jobline
Obiettivi
Informagiovani Giulianova
-------------------
DA VISITARE
Giorgius (esplorando il cyberspace)
Sebastiano (il matematico)
CeceniaSOS
Barfly blog
------------------
V A R I E
Tortoreto (TE)
Comune Tortoreto (TE)
Parco Nazionale D'Abruzzo
IL portale degli Abruzzesi
Abbruzzo social forum
Abruzzo città
Villa Pini D'Abruzzo (la clinica dove lavora mia sorella come fisioterapista)
Università degli studi di Teramo
Regione Abruzzo
Tutto Abruzzo
Abruzzo natura
Abruzzo Federvolley
Emanuela Falcetti (italiaistruzioniperluso)
Charlie Chaplin
Red Bull
Daddo (il portale multietnico)
Virtual Dj
Alinvolo (iniziative per la lotta all'Aids)
Almamegretta
Raiz
24grana
Quasi quasi ...
-----------------
MUSICA JAZZ
All About Jazz Italia
Sax on the Web
Jazzit (link di musica jazz)
Jazzos (portale di acquisti on line di prodotti inerenti la musica jazz)
Music Club (mensile di musica e concerti)
ACCUJAZZ (radio)
Jazz Convention
-------------------
CONSERVATORI E SCUOLE MUSICALI
Conservatorio di Roma
Conservatorio di L'Aquila
Istituto Braga di Teramo
Conservatorio di Fermo
Scuola Giocond di S.Benedetto T.
------------------
UN PO' DI CRISTIANESIMO
Radio Vaticana
Chiese teramane
Chiesa Della Madonna Dello Splendore di Giulianova Paese
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Test your Internet connection speed at Speedtest.net

by Blografando&BW
Gioco Skateboard in città - Street sesh
Bel gioco di SkateBoard per effettuare acrobazie urbane in mezzo a veicoli vari, con scalinate da superare e rampe da usare per scavalcare camion e automobili.
QUI POTETE SEGUIRMI IN DIRETTA STREAMING QUANDO SONO ONLINE

Streaming video by Ustream
Partecipa al Sondaggio!
Chi è il tuo sassofonista preferito?
Risultati
Partecipa al Sondaggio!
In genere mi piace maggiormente ascoltare della buona musica jazz....
Risultati
JOHN COLTRANE MUSIC PLAYER Per un migliore ascolto delle radio e dei video sottostanti
mettere in pausa il player sovrastante


PESCA WEB TV STREAMING
Watch live streaming video from pescatv at livestream.com
Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica VIDEO MUSICALI

Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------------- Il jazz è molto più di una semplice forma musicale....il jazz è arte, cultura, conoscenza (me stesso) ----------- Miles Davis was the "Picasso of Jazz," reinventing himself and his sound endlessly in his musical quest. He was an artist that defied (and despised) categorization, yet he was the forerunner and innovator of many distinct and important musical movements. ----------- Il pugilato è come il jazz: più è buono e meno la gente l'apprezza. ~ George Foreman ----------- l'arte è espressione di sè. Se stai esprimendo la personalità di qualcun altro non è arte. Bennie Wallace ----------- L'improvvisazione è l'abilità di parlare a se stessi Cecil Taylor ----------- Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz. Sonny Rollins ----------- AFORISMI DI MILES DAVIS: Prima lascia che io lo suoni, poi più tardi te lo spiegherò. La musica è diventata densa. Mi danno dei pezzi pieni d'accordi e io non li so suonare. Nel jazz sta prendendo piede una tendenza ad allontanarsi dal giro convenzionale degli accordi, e una rinnovata enfasi delle varizioni melodiche e armoniche. La musica e la vita sono solo questioni di stile. Non temere gli errori. Non ce ne sono. Non suonare quello che c'è. Suona quello che non c'è. È stato sempre un mio dono quello di saper ascoltare la musica. Non so da dove viene. C'è e non mi faccio domande. Perché suonare tutte queste note quando possiamo suonare solo le migliori? Un mito è un vecchio col bastone che viene ricordato per quello che faceva una volta. Io lo sto ancora facendo. Non esistono note sbagliate. ----------- Cos'è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong ----------- In genere, il jazz è sempre stato simile al tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. Duke Ellington ----------- Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. Frank Zappa ----------- La musica è la tua propria esperienza,i tuoi pensieri,la tua saggezza. Se non la vivi, non verrà MAI fuori dal tuo strumento Charlie Parker ----------- Il Jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso. Ornette Coleman ----------- Credo che la cosa più importante per un musicista sia quella di trasmettere a chi lo ascolta un'immagine di tutte le cose meravigliose che sente e avverte nell'universo. Questo è ciò che la musica significa per me, semplicemente una possibilità, tra le molte altre, di dire che viviamo in un mondo immenso e meraviglioso, un mondo che ci è stato donato John Coltrane ----------- Devi amare per poter suonare. Louis Amstrong ----------- Suona , suona sempre anche senza strumento. Lee Koniz ----------- Un giovane sassofonista si lamentava con me del fatto che ascoltare Coleman Hawkins lo innervosiva. Gli ho risposto: "Coleman Hawkins deve renderti nervoso! Hawkins ha innervosito tutti i sassofonisti degli ultimi quarant'anni!". Cannonball Adderley ----------- "Il sassofono non è solo qualcosa in cui soffiare; esso è qualcosa con cui cantare" Paul Brodie ----------- Mi voltai e c'era Bird, conciato peggio di una merda, con la faccia gonfia, gli occhi arrossati e l'aria di aver dormito nei suoi vestiti spiegazzati per giorni. Ma era fico, con quell'aria hip che gli riusciva di avere anche quando era ubriaco e drogato Miles Davis ----------- La musica lava via la polvere della vita quotidiana Art Blakey ----------- Il jazz è conosciuto in tutto il mondo come una forma d'arte musicale americana e così è. Niente America, niente jazz. Ho visto persone cercare di collegarlo ad altri paesi, per esempio all'Africa, ma non ha niente a che fare con l'Africa. Art Blakey ----------- Ci ho messo tutta la vita ad imparare cosa non si deve suonare. dizzy Gillespie ----------- Il blues non serve a far stare meglio te,serve a far star peggio ki ti ascolta!!! Gengive sanguinanti Murphy- Simpson - Lisa sogna il Blues ----------- se gradite uno strumento che canta,suonate il sassofono.relativamente è come la voce umana. Stan Getz ----------- "Come nuovo, uno dei migliori fegati contemporanei. A bagno nel Dewar (una marca di whisky) e scoppia di salute". paul desmond il giorno in cui gli diagnosticarono un tumore al polmone ----------- "e in culo anche il jazz" Novecento A. Baricco ----------- "io non sono quello che faccio, faccio quello che sono". Miles Davis ----------- "la vita senza la musica sarebbe un errore, ma anche la musica senza la vita sarebbe un errore!" Wayne Shorter ----------- L'unica rabbia che posso provare è verso di me, quando non riesco a suonare quello che voglio (J. Coltrane) ----------- 'Play it in the key of your soul' "Suonala nella chiave della tua Anima" Charles Mingus ----------- "Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra" John Coltrane -----------

 Questo blog è contro la blacklist
ed eventuali commenti anonimi
(o non anonimi) che conterranno
turpiloqui e bestemmie verranno
(forse) cancellati.


Questo blog lo dedico alla memoria
di Fausto Papetti, scomparso nel 1999
nella quasi indifferenza. Eppure è stato
e rimarrà sempre il più grande
sassofonista che abbiamo avuto in Italia
e che pochi hanno saputo apprezzare,
specialmente le nuove generazioni.










 



 


























 

 

 

 



 


 

 

 

 

 




























 



























 

 






































IL CANNOCCHIALE