.
Annunci online

floppy
Tu che oggi parli male di me ... Ieri sparlavi degli altri .... Minkia, si veru infami
cinema
4 novembre 2011
Un nuovo film sugli squali "SHARK NIGHT 3D"

Ecco alcune immagini del film

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Trailer del film
http://www.youtube.com/watch?v=V_Wwpe4gCM4

cinema
7 giugno 2011
SHARK NIGHT 3D

Trailer del film che uscirà presto nei cinema italiani "SHARK NIGHT 3D"

http://www.youtube.com/watch?v=R--gReLlkT4

cinema
24 maggio 2011
"Shark Night 3D" - un nuovo film sugli squali presto al cinema

Sopra la locandina del film

 

Dopo i Piranha ad Hollywood potevano lasciarsi scappare l’occasione di tornare a sfruttare il predatore numero uno del mare? Certo che no. Shark Night 3D nasce proprio con questi intenti. Rilanciare un’ipotetica saga su Lo Squalo, appoggiandosi alla spettacolarità della terza dimensione.

Diretto da David R. Ellis, regista di Snakes on a Plane, Final Destination 4 (e seconda unità ne La Tempesta Perfetta), e in uscita nei cinema americani il prossimo 2 settembre, il film si mostra quest’oggi attraverso la prima locandina ufficiale. Sara Paxton, Dustin Milligan, Katharine McPhee, Chris Carmack, Alyssa Diaz, Joel David Moore, Donal Logue, Sinqua Mura e Chris Zylka i protagonisti, per una trama avvolta per il momento nel totale mistero.

Ma l’idea di fondo è molto semplice quanto ovvia. Squali come se piovessero. Feroci, assassini, assetati di sangue, e ovviamente in 3D. Per la gioie dei produttori. Ad occuparsi degli squali Walt Conti, esperto di animatronics in passato già visto all’opera con le creature acquatiche di Deep Blue Sea, Anaconda e Free Willy.


tratto da www.cineblog.it

DIARI
24 aprile 2011
SANDOKAN !!!

LA TIGRE DI MOMPRACEM E' ANCORA VIVA


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sandokan photos telefilm film yanez

permalink | inviato da floppy il 24/4/2011 alle 21:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
5 marzo 2011
PIRANHA 3D - film del 2010

Trama
Lake Victoria, Arizona. Ogni anno la popolazione di questa tranquilla località passa da 5mila a 50mila abitanti durante le "vacanze di primavera": una settimana di sole, mare e baldoria per gli studenti americani. Ma quest'anno i vecchi abitanti del luogo non dovranno fare i conti solo con le sbronze e gli schiamazzi dei vacanzieri: a Lake Victoria sta per scatenarsi il terrore. Quando una scossa tellurica libera dai fondali del lago banchi di pesci preistorici carnivori, una improbabile comitiva di turisti deve unire le forze per non finire sbranata dalle fauci affilate dei nuovi "residenti".

 

Trailer in italiano

http://www.youtube.com/watch?v=r5aqWdhDlMc

 

Sito internet del film

http://piranha-3d.com/

cinema
25 febbraio 2011
Un elenco di tutti i film sugli squali

Blu Profondo - 1999, regia Thomas Jane

Blood Surf - 2000

Blue Demon - 2005 

Cyclone - 1978

Cruel Jaws - 1995 

Dark Waters - 2003 

Hammerhead - 2005 

Il cacciatore di squali - 1979

Il terrore viene dagli abissi 

Jaws of Death - 1976 

Kizmo lo squalo della morte 

La grande morte bianca - 1989

La Notte Degli Squali - 1987

Lo squalo - 1975

Lo squalo 2 - 1978

Lo squalo 3 - 1983

Lo squalo 4 - La vendetta - 1987

L'ultimo squalo - 1981 

Mako, lo squalo della morte - 1976

Mare blu morte bianca - 1971

Megalodon - 2002 

Night of the Sharks 

Open Water - 2004 

Red Water - 2003

Raging Sharks o Shark Invasion - 2005 

SHARK!, conosciuto anche come MANEATER - 1969

Shark Hunter - 2001

Shark Attack - Squali all'attacco - 1999, regia Bob Misiorowski

Shark Attack 2 - 2001, regia David Worth

Shark Attack 3 - Emergenza squali - 2002, regia David Worth

Shark attack in the med - 2006

Shark - Rosso nell'oceano - 1984, regia Lamberto Bava

Shark Swarm - Squali all'attacco - 2008, regia James A. Contner

Shark Zone - 2003

She Gods of Shark Reef - 1958

Spring Break Shark Attack - 2005 

Tintorera - 1977

Twelve Days of Terror - 2004 

Viaggio in fondo al mare - 1961 

CULTURA
9 novembre 2010
"Il vecchio e il mare" - Ernest Hemingway


Ecco un romanzo che consiglio a tutti coloro che amano il mondo della pesca e del mare.

Il vecchio e il mare (titolo originale The Old Man and the Sea) è un romanzo dello scrittore statunitense Ernest Hemingway pubblicato per la prima volta sulla rivista Life nel 1952. Grazie a questo libro Hemingway ricevette il premio Pulitzer nell'anno 1953 e il premio Nobel nell'anno 1954.


TRAMA

« Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella Corrente del Golfo ed erano ottantaquattro giorni ormai che non prendeva un pesce. Nei primi quaranta giorni lo aveva accompagnato un ragazzo di nome Manolo, ma dopo quaranta giorni passati senza che prendesse neanche un pesce, i genitori del ragazzo gli avevano detto che il vecchio era decisamente e definitivamente salato , che è la peggior forma di sfortuna, e il ragazzo aveva ubbidito andando in un'altra barca dove prese tre bei pesci nella prima settimana. Era triste per il ragazzo veder arrivare ogni giorno il vecchio con la barca vuota e scendeva sempre ad aiutarlo a trasportare o le lenze addugliate o la gaffa e la fiocina e la vela serrata all'albero. La vela era rattoppata con sacchi da farina e quand'era serrata pareva la bandiera di una sconfitta perenne » 

Il breve romanzo narra la storia di un vecchio pescatore, Santiago, giunto ormai all'ottantaquattresimo giorno senza pescare un pesce, e del suo apprendista, Manolo, al quale tuttavia i genitori sembrano aver ordinato di non imbarcarsi più con Santiago ma di scegliere pescatori migliori. Santiago decide di prendere il mare da solo, riuscendo a far abboccare all'esca un grosso marlin, che lo trascina per tre giorni e tre notti. Alla fine il Vecchio uccide il pesce ma il suo rientro al porto è molto sofferto a causa dei pescicani, dei segni dell'età e del conseguente sconforto.

Il romanzo è ambientato nei pressi di Cuba. Nel romanzo prevalgono gli ambienti esterni, come il mare, ma sono presenti anche quelli interni, come la capanna del vecchio Santiago o il bar del paese. Il mare è estremamente importante, perché è il luogo in cui si svolge la maggior parte delle azioni dei personaggi, mentre gli altri ambienti fanno solo da sfondo alla vicenda.
Gli ambienti sono descritti in modo oggettivo e realistico così come li vedono i personaggi.


Nel 1958 il regista John Sturges girò un film ispirato al libro di Hemingway che vinse anche un Oscar per le musiche.


++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Ecco un breve assaggio del film con Spencer Tracy
http://www.youtube.com/watch?v=kGt94ecLfes


Il libro lo potete scaricare gratuitamente in formato PDF a questo indirizzo https://docs.google.com/fileview?id=0Bw6KnitN4C-qOGU1ODIyYjEtMDBkYi00NWUwLThjYWItY2E3NTBjYjljMWE0&hl=it&authkey=CLCz9-oE

CULTURA
6 luglio 2010
Webcam in diretta sugli squali - Trailer de "Lo squalo 5" che deve ancora uscire nelle sale italiane
Vi presento alcune webcam in diretta live di acquari con squali

http://www.riminibeach.it/webcam/webcam-live-squali-parco-le-navi
Questa Webcam Live in streaming riprende 24 ore su 24 la vasca degli Squali al Parco Le Navi, aquario di Cattolica. Nella vasca ci sono squali toro.


http://www.montereybayaquarium.org/efc/efc_outerbay/outerbay_cam.aspx
Webcam puntata sull'acquario di Monterey - nella vasca ci sono squali bianchi

http://www.earthcam.com/uk/england/aquarium/
Questa webcam è puntata sull'acquario di Londra


Infine vi presento il trailer cinematografico del film "Lo squalo 5" che ancora deve uscire nelle sale italiane da non confondere con il film "L'ultimo squalo"

http://www.youtube.com/watch?v=j-R9wniLBzM

Sfreccia sulla superficie dell'acqua per sferrare l'ultimo attacco ad agosto del 2008.
Si tratta del capitolo finale della saga de “Lo Squalo”, iniziata nel 1975 da Steven Spielberg con la realizzazione della prima pellicola tratta dal libro di Peter Benchley.
Da allora sono passati più di 30 anni e altri 3 squali hanno terrorizzato il pubblico nelle sale, anche se con i denti molto meno affilati rispetto al primo.
Jaws 5 Resurface, questo il titolo originale della battaglia finale tra l'uomo e il leviatano che ricomincia la sua caccia all'uomo dalle profondità degli abissi.
Ancora una volta prodotto dalla Universal Pictures (il Trailer e' già disponibile su Youtube) uscita prevista negli Stati Uniti Agosto 2008, in Italia forse si dovrà aspettare qualche mese, per avere paura di andare a nuotare.
La trama, stando alle indiscrezioni che arrivano dagli studios, è ancora ambientata ad Amity, dove ritroviamo, Mat Hooper (ancora interpretato da Richard Dreyfuss) l'esperto oceanografico del primo squalo, accennato nel sequel diretto da Jannot Szwarc, che questa volta torna per fronteggiare non uno grande bianco solitario ma un branco, sfuggito al controllo di alcuni esperimenti scientifici.
Torna anche il Capitano Martin Brody, (Roy Scheider) personaggio eroe, lo ricordiamo nella celebre scena finale dove fece brillare il “mangiatore di uomini” in mille pezzi sparando alla bombolo d'ossigeno che aveva tra le fauci morto nel 4 capitolo della saga, in questo film, l'attore rientra sullo schermo interpretando solo un cameo.
Adesso si deve solo aspettare, come quando si va a pesca, intanto chi vuole può andarsi a gustare il trailer cinematografico digitando su “youtube” Jaws 5- Resurface e come dice lo slogan finale, fate attenzione ancora una volta, a non entrare in acqua.

Articolo tratto da
www.distopia.it

SPORT
10 aprile 2010
Sampei






Sampei (??????, Tsurikichi Sanpei?) è un anime del 1980 tratto dal manga di Takao Yaguchi che ne pubblica 62 albi. In Italia il manga originale è tuttora inedito, anche se le Edizioni Star Comics hanno pubblicato alcuni volumi in cui sono state raccolte alcune storie che Yaguchi ha realizzato negli ultimi anni. Il cartone animato è stato realizzato dalla Nippon Animation nel 1980 per un totale di 109 episodi. In Italia è stato trasmesso per la prima volta nel 1982 e sempre su varie emittenti locali.
Negli anni '90 è stato replicato su TMC all'interno del programma Zap-Zap con una nuova sigla e intitolato Sampei-il nostro amico pescatore

Sampei Nihira è un ragazzo di circa tredici anni che ha la grande passione per la pesca e in ogni episodio cerca di apprendere il maggior numero di tecniche e segreti per diventare un perfetto pescatore, grazie all'aiuto di suo nonno Ippei e del suo maestro Pyoshin. Quello che interessa maggiormente a Sampei non è tanto il successo nella pesca, ma la disciplina interiore per potersi migliorare.

Ogni volta Sampei vuole insegnare il saper perdere e il saper accettare la superiorità degli avversari. Inoltre, il cartone animato trasmette alcuni valori come il rispetto dell'ambiente (soprattutto contro le distruzioni selvagge degli industriali e dei costruttori), l'amore per la natura, la possibilità di riscatto per chi ha sbagliato e l'origine sociale o familiare della malvagità di alcune persone. Attraverso l'arte della pesca, che richiede pazienza, calma, intelligenza e disciplina, Sampei e con lui lo spettatore, hanno modo di crescere nella natura del Giappone, imparando ad amarla. La pesca secondo le regole di sportività di Sampei cementa i valori dell'amicizia e del rispetto.

I kanji ?????? rappresentano il titolo originale della serie, e vengono solitamente traslitterati in Hepburn come Tsurikichi Sanpei, anche se secondo alcune versioni di questo sistema (come l'Hepburn tradizionale) o altri sistema di traslitterazione tuttora utilizzati in Giappone (come il Railway Standard ????????), ?? diventerebbe "SaMpei". Quest'ultima traslitterazione è più vicina alla vera pronincia giapponese (oltre che a quella italiana). In giapponese, la N sillabica (?) seguita da una P o B ne modifica infatti il suo suono in M. Vale a dire, ?? verrà sempre pronunciato "saMpee" e mai "saNpee".

Sempre secondo il sistema Hepburn, l'allungamento della vocale E viene dato con l'aggiunta di una I finale: ?? viene infatti pronunciato "Sampe" in lingua giapponese, così come Sensei (??, let. maestro?) viene pronunciato "sense".

L'anime è stato prodotto in 109 episodi tutti trasmessi anche in Italia, dove però l'episodio 6 ("Una pesca disperata") e l'episodio 7 ("Il mistero della palude") sono stati messi in onda invertiti di posizione. L'errore è stato ripetuto anche nell'edizione su DVD e per non perdere il continuum della storia, gli episodi andrebbero quindi visti invertiti di posizione.

Il 20 marzo 2009 è uscito nelle sale giapponesi il film live action Sampei (??????, Tsurikichi?), remake dell'anime, diretto dal premio Oscar Yojiro Takita.


Ecco il link per vedere su megavideo in streaming tutte le puntate di Sampei
http://bannytv.tuttiqui.com/manga/sampei-streaming/

cinema
27 novembre 2009
Nick Mano Fredda


Nick Mano Fredda (Cool Hand Luke) è un film del 1967 diretto da Stuart Rosenberg.


Condannato ai lavori forzati, ribelle deviante è rinchiuso in un carcere famigerato per la sua durezza. Evade per due volte, diventando famoso; al terzo tentativo rimane ucciso. Nel 2005 è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

 

Nick Mano Fredda

Titolo originale: Cool Hand Luke
Paese: USA
Anno: 1967
Durata: 126 min
Colore: colore 
Genere: drammatico
Regia: Stuart Rosenberg
Soggetto: Donn Pearce
Sceneggiatura: Donn Pearce, Frank R. Pierson
Interpreti e personaggi
Paul Newman: Nick Jackson
George Kennedy
J.D. Cannon
Lou Antonio
Robert Drivas
Dennis Hopper

Doppiatori italiani:
Giancarlo Maestri: Paul Newman
Emilio Cigoli: George Kennedy 

Fotografia: Conrad Hall
Montaggio: Sam O'Steen 
Musiche: Lalo Schifrin
Scenografia: Cary Odell, Fred Price

Premi:
Premi Oscar 1968: Oscar al miglior attore non protagonista (George Kennedy)

spettacoli
21 novembre 2009
Alla Casa del Jazz il documentario sulla Atlantic Records


Domenica 22 novembre alla Casa del Jazz, in collaborazione con Roma Jazz Festival, verrà proiettato il film-documentario ATLANTIC RECORDS:THE HOUSE THAT AHMET BUILT scritto e diretto da Susan Steinberg. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Realizzato in occasione dei 60 anni della storica etichetta, il documentario racconta nel dettaglio la storia di una delle labels discografiche piu' importanti nella storia della musica. Il suo creatore Ahmet Ertegun (insieme al fratello Nesuhi) ne e'stato l'assoluto protagonista. La Atlantic Records nasce per la passione di questo ragazzo turco, figlio di diplomatici, che si era trasferito con la famiglia a New York nel 1935. La sua passione per il jazz e la musica nera rende possibile la creazione di un'etichetta discografica indipendente e fortemente innovativa che lascera' un marchio indelebile nel patrimonio culturale americano, esaltandolo. Ertegun è scomparso nel 2006 a 83 anni.

domenica 22 novembre ore 12 (sala concerti)
Atlantic Records –
The House That Ahmet Built
di Susan Steinberg (Stati Uniti, 2007, 114’)
Ingresso libero
In collaborazione con Roma Jazz Festival
Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55
Info: 06/704731


www.atlanticrecords.com


Articolo di Paolo Ansali tratto dal sito www.musicalnews.com

 

cinema
10 novembre 2009
Easy Rider - Libertà e paura



Trama:
Durante gli anni ‘60, a cavallo di rumorosi choppers, le harley davidson, Billy ( Dennis Hopper) e Wyatt (Peter Fonda) partono per un viaggio che percorre le lunghe arterie americane, dalla California a New Orleans dove si svolge un travolgente Carnevale. Incontri particolari e decisivi scandiscono il loro itinerario trasformandolo in una avventura. Ad intralciare il viaggio ci si mette un avvocato alcolizzato, interpretato dal grandissimo Jack Nicholson e giovani appartenenti ad una comunità hippy. Giunti alla meta i due antieroi sono pronti a perdersi nei riti orgiastici del frenetico Carnevale senza regole. Ma la fine in agguato è tragica: sulla strada verso casa vengono uccisi a fucilate da due misteriosi uomini.
Montaggio eccessivo, frammentato e senza regole che cadenza questa pellicola rivoluzionaria. I temi proposti sono quelli partoriti dalla cultura degli anni ‘60: contestazione, droga, viaggio, musica. Il film parte proprio dal tema del viaggio. Metafora sterminata, il viaggio possiede numerose chiavi di lettura che racchiudono i molteplici significati: dal bisogno di evasione, alla necessità della fuga e, allo stesso tempo, immagine di conoscenza e fratellanza.
I fotogrammi delle allucinazioni sono stati girati in 16mm e poi estesi a 35mm. La sceneggiatura è stata scritto da Peter Fonda, Terry Southern, Dennis Hopper anche regista del film. Del film vasicuramente ricordata la valida colonna sonora con brani di Jimi Hendrix, Steppenwolf, Birds.





Lo potete vedere direttamente su Megavideo a questo indirizzo: http://www.megavideo.com/?v=UOFI5R1F

E lo potete scaricare da Megaupload a questo indirizzo: 
http://www.megaupload.com/?d=NJ0JPYUK

cinema
7 ottobre 2009
"BIRD" - film su Charlie Parker diretto da Clint Eastwood


locandina del film

Consiglio vivamente a chi ancora non l'avesse fatto di vedere questo film di 2 ore e 30 minuti circa sulla vita del più grande alto sassofonista di tutti i tempi: Charlie Parker.....diretto da Clint Eastwood......quindi scaricatelo da internet, acquistatelo, noleggiatelo......basta che lo vediate.

Trama
Clint Eastwood ci mette l'amore di una vita per il jazz e conquista un Golden Globe come Miglior Regista per questa avvincente biografia di Charlie "Yardbird" Parker, genio e pioniere del jazz. Il passato e il futuro si sovrappongono come un incantevole riff, mentre il film esplora il talento immenso e gli eccessi distruttivi di Bird. Nell'interpretazione, che gli è valsa il riconoscimento come Miglior Attore al Festival di Cannes, il protagonista Forest Whitaker è una candela che brilla alle due estremità. Diane Venora, premiata come Miglior Attrice non Protagonista dai New York Film Critics, condivide quella luce nei panni della devota moglie Chan Parker. Mescolando sapientemente le registrazioni da solista di Parker ai suoni di musicisti moderni, BIRD prende quota con vigore sulla sua colonna sonora, insignita dell'Oscar® per il Suono. Nelle mani di Eastwood, Bird torna davvero, meravigliosamente, a vivere. 

E' un film per tutti

Cast Diane Venora
Forest Whitaker

Regista Clint Eastwood

Anno di produzione 1988
Genere DRAMMATICO
Categoria Warner Movie  

Data uscita DVD 23/11/2005
Durata 154 minuti 
Inserti speciali Trailer
Accesso diretto alle scene
Menu interattivi

Purtroppo non sono riuscito a trovare il trailer in italiano da nessuna parte su internet per postarlo in questo blog.

cinema
18 maggio 2009
Il mistero del falco

Locandina del film

Il mistero del falco (The Maltese Falcon) è un film del 1941 diretto da John Huston e interpretato da Humphrey Bogart, Mary Astor, Gladys George, Peter Lorre, tratto dal romanzo omonimo di Dashiell Hammett.

Nel 1998 l'American Film Institute l'ha inserito al ventitreesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi mentre dieci anni dopo, nella lista aggiornata, è sceso al trentunesimo posto.

TRAMA DEL FILM
Sam Spade, investigatore privato, è alle prese con avventurieri in acerrima lotta per il possesso di una statuetta d'oro puro che raffigura un falcone. L'oggetto passa di mano in mano ma l'oro è falso. Archetipo del cinema nero made in USA, tratto da un romanzo (1930) di Dashiell Hammett, è la splendida opera prima di J. Huston. Più che un classico è una leggenda. Attori di classe, ironia, suspense, ritmo infallibile. Già portato sullo schermo nel 1931 con la regia di Roy Del Ruth e nel 1936 con quella di William Dieterle in film dimenticati. Ebbe 3 nomine ai premi Oscar (film, Huston come sceneggiatore, S. Greenstreet). Esiste in versione colorizzata. 


Humphrey Bogart in una scena del film

 

cinema
2 maggio 2009
FROST/NIXON - IL DUELLO



Nel 1974 il presidente Nixon si è dimesso per nascondere la verità. Ma un uomo aveva alcune domande. Le interviste televisive di David Frost furono il programma politico più seguito di tutti i tempi con un audience di oltre 45 milioni di spettatori. Il film porta sullo schermo l'elettrizzante battaglia tra Richard Nixon, un ex presidente con un'immagine da salvare e David Frost, un giornalista del jet set televisivo desideroso di far carriera.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cinema film

permalink | inviato da floppy il 2/5/2009 alle 7:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
5 aprile 2009
Dirty Harry - Clint Eastwood




Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo

« Lo so quello che pensi. Ti stai chiedendo se ho sparato sei colpi o solo cinque. Ti dirò che in mezzo a tutta quella baraonda ho perso il conto io stesso. Ma dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Di', ne vale la pena? »
(Callaghan ad un malvivente sotto tiro con un fucile a portata di mano)

Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo è un
film del 1971, diretto da Don Siegel.

È il primo film della serie dedicata a "Dirty Harry", l'ispettore della polizia di San Francisco Harry Callahan (italianizzato in "Harry Callaghan"), interpretato da Clint Eastwood.

Il film è considerato una pietra miliare del genere cinematografico poliziesco, ed è liberamente tratto da un fatto di cronaca che terrorizzò la baia di San Francisco tra la fine degli anni sessanta e la fine degli anni settanta. Si tratta del serial killer Zodiac, a cui la polizia, in realtà, non è stata in grado di dare mai un volto.

L'ispettore Callaghan, detto "Harry la carogna", viene incaricato del caso Scorpio, un killer psicopatico che minaccia l'intera città con omicidi a scopo di lucro. A causa di una giustizia impotente, Callaghan decide di agire al di fuori della legalità per fermarlo.

La saga di Dirty Harry 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Dirty Harry Clint Eastwood film cinema

permalink | inviato da floppy il 5/4/2009 alle 5:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
12 marzo 2009
THE PRISON - Il film sulla storia vera della strage del 1971 nel carcere di Attica - il più violento degli Stati Uniti


Una prigione dura, ad altissimo tasso di violenza dove i detenuti vengono stipati, ingabbiati come bestie e ridotti a vivere in uno stato di miseria e abbandono... la rabbia, la repressione con il passare del tempo si trasformano in odio e violenza... ora i detenuti sono pronti a far valere le proprie leggi e fanno esplodere una sommossa brutale, sanguinaria che travolge chiunque si trovi sulla loro strada.

COME HO SPIEGATO NEL POST PRECEDENTE QUESTO FILM E' BASATO SU FATTI REALMENTE ACCADUTI E PERSONALMENTE HO APPENA FINITO DI VEDERE IL FILM E LEGGENDO I DOCUMENTI DEL 1971, IL FILM NON ESAGERA AFFATTO, ANZI, RIPRODUCE FEDELMENTE E NEI MINIMI PARTICOLARI TUTTO MA VERAMENTE TUTTO CIO' CHE E' ACCADUTO QUEL DISGRAZIATO GIORNO.

E' giusto che ci sia la giornata della memoria per ricordare una volta l'anno l'olocausto ma sarebbe anche giusto ricordare per non dimenticare tantissimi altri episodi e carneficine avvenuti a causa di sistemi adottati sbagliati, aventi tutti una radice comune: l'odio razziale, la supremazia dei bianchi, maltrattamenti, torture e pressioni da parte di chi possiede il potere. Per ciò io non dimentico e credo fortemente che l'integrazione e la tolleranza sono le uniche "armi" in grado di evitare danni molto gravi che invece provocano l'intolleranza e il razzismo. Prendiamo ad esempio una cosa che non c'entra niente: Palestina e Israele. Questi due popoli sono in guerra perchè non possono comunicare tra di loro, non si conoscono, non c'è un'interazione fra loro, uno scambio di idee ma si IGNORANO VOCE DEL VERBO IGNORARE - IGNORANZA  e l'ignoranza genera sempre violenza. Invece prima di giudicare un uomo impariamo prima a parlarci, a conoscerlo, ascoltiamo quello che lui ha  da dirci, parliamo e vedrete che c'è un avvicinamento, un'interazione, una RIAPPACIFICAZIONE e questo perchè?....Perchè siamo stati capaci di comunicare e saper ascoltare e conoscerci a vicenda, a venirci incontro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. film locandine società razzismo

permalink | inviato da floppy il 12/3/2009 alle 23:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
25 gennaio 2009
"AMADEUS" - Il film su Mozart


Amadeus è un film statunitense del 1984 diretto dal regista Miloš Forman.

Il film racconta - attraverso i ricordi di
Salieri - la vita, le passioni, l'arte e il talento musicale e visionario - fino alla prematura e, per certi versi, tragica morte di Wolfgang Amadeus Mozart, genio musicale come nessun altro mai, ma non sempre all'altezza come persona (pessimo marito, sregolato quanto prolifico e geniale musicista, incapace di amministrare il denaro, insensibile alle vicende degli altri). Il film pone, in particolare, lo sguardo sulla drammatica presa di coscienza da parte del compositore Salieri della sua mediocrità di fronte al genio, e al rifiuto della propria condizione che nasce, paradossalmente, dalla sua sensibilità unica che consente a lui solo di cogliere il genio altrui. Il film si chiude con un memorabile sguardo di benevolenza e comprensione da parte di Salieri verso tutti i mediocri.

La vicenda filmica, che si svolge nella Vienna del '700, il secolo dei lumi, prende spunto dal lavoro teatrale omonimo di Peter Shaffer, che parte dal presupposto di una presunta accesa rivalità tra il giovane musicista salisburghese e il compositore italiano Antonio Salieri, presente alla corte dell'impero asburgico nello stesso periodo e impaurito dalla possibilità di essere soppiantato da colui che lui stesso, peraltro, considera un genio assoluto.

La rivalità assume toni ancor più tragici in quanto Salieri, compositore di grande talento a detta di molti e profondamente religioso, soffre la genialità di Mozart, "divino" quando scrive e fin troppo "terreno" quando vive (arriverà infatti a dire "Perché Dio avrebbe scelto un fanciullo osceno quale suo strumento?").

Il film, seppur implicitamente, accoglie la tesi puskiniana dell'avvelenamento ordito da Salieri ai danni di Mozart.[1]

Il film è accompagnato dalle musiche senza tempo di Mozart, fino al Requiem, opera culminante dell'Artista, rimasta incompiuta in quanto dettata fino in punto di morte, che fu completata dal Süssmayr.

Nel
2002 è stata distibuita nei cinema (e in seguito anche in DVD) una versione ampliata di circa venti minuti contenente i tagli (director's cut) operati in occasione della prima uscita della pellicola.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Wolfgang Amadeus Mozart film DVD

permalink | inviato da floppy il 25/1/2009 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
20 gennaio 2009
Vi consiglio di procurarvi questo film documentario: "Let's Get Lost"


Locandina del film

È la storia di Chet Baker, trombettista jazz, bianco, tre mogli, quattro figli, un numero incalcolabile di donne, amici, ammiratori. Sleale, infedele, mentitore, affascinante, ebbe rapporto costante solo con la musica e con l'eroina. È, dopo Broken Noses, il 2° film di B. Weber, famoso fotografo di moda, che se l'è autofinanziato: un ritratto appassionato e commovente ma anche lucido e non reticente. L'esclusione della morte di Baker, non inclusa nel film, è una scelta di pudore. C'è anche una breve sequenza di Urlatori alla sbarra (1960) di L. Fulci con Mina e Celentano.





ALCUNI LINK:

Sito su Chet Baker

Chet Baker su Wikipedia

Sito tributo a Chet Baker


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. film Chet Baker jazz Let's Get Lost

permalink | inviato da floppy il 20/1/2009 alle 12:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
11 novembre 2008
Mo' Better Blues

Mo' Better Blues è un film del 1990, diretto da Spike Lee. È liberamente ispirato alla biografia di Cole Porter.

La colonna sonora del film ottenne la nomination ai Grammy Awards, nel 1990. In Europa fu presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, in assenza del regista, offeso per il trattamento subito da Fa' la cosa giusta al festival di Cannes del 1989.

In origine il titolo del film doveva essere Beneath the Underdog, dal titolo dell'autobiografia di Charles Mingus, quindi Variations on the Mo' Better Blues. Alla fine Lee decise per una forma abbreviata di quest'ultimo.

LA TRAMA:

Nel 1969 un gruppo di bambini sta per giocare un'importante partita di baseball. Per farsi aiutare chiamano un amico, Bleek Gilliam (Denzel Washington), che però è impegnato in una lezione di musica. Bleek vorrebbe andare con gli amici, ma la madre, Lillian (Abbey Lincoln) glielo impedisce, zittendo anche il marito, Big Stop (Dick Anthony Williams). Il piccolo Bleek, con le lacrime agli occhi, riprende quindi la sua lezione.

Dopo venti anni Bleek suona in una band, composta da altri quattro musicisti: Shadow Henderson (Wesley Snipes) al sassofono, Bottom Hammer (Bill Nunn) al basso, Rhythm Jones (Jeff "Tain" Watts) alle percussioni, e Left Hand Lacey (Giancarlo Esposito) al pianoforte.

Bleek suona al Beneath the Underdog, locale gestito da due fratelli ebrei: Moe (John Turturro) e Josh (Nicholas Turturro) Flatbush. Il suo manager è Giant (Spike Lee), un suo vecchio amico perennemente senza soldi perché dedito al gioco d'azzardo, e dallo scarso fiuto per gli affari.

Bleek ha due amanti: Clarke (Cynda Williams), commessa in un negozio di dischi che aspira a diventare una musicista e per questo trascorre ore a studiare musica e frequenta sempre il Beneath the Underdog, e Indigo (Joie Lee), un'insegnante che non ama i locali notturni e non segue il suo uomo. Una sera Bleek chiama una donna con il nome dell'altra, ma le cose precipitano quando entrambe si presentano al locale con lo stesso vestito, comprato da Bleek per loro a Parigi. Ne segue una lite, in cui Indigo fa notare a Bleek che per lui non è amore, ma mancanza di rispetto, mentre Clarke viene consolata da Shadow, che le offre di cantare nel suo nuovo gruppo e le chiede di essere la sua donna. Shadow cerca di togliere la leadership del gruppo a Bleek e questa gli sembra l'occasione giusta.

Intanto Giant si trova sempre di più nei guai con i creditori. Una sera due uomini gli spezzano tre dita della mano sinistra. Incontrato Bleek, Giant gli dice che è caduto, ma poi gli dice la verità. Bleek gli dà ancora una volta il denaro necessario per saldare i debiti, ma nello stesso tempo lo licenzia.

Una sera Bleek si reca al locale per suonare. Viene accolto da Giant, che non ha ancora saldato il suo debito. Mentre Bleek inizia a suonare, due uomini prendono Giant, lo portano sul retro e lo picchiano a sangue. Quando Bleek arriva ormai è troppo tardi. Bleek si ribella e viene picchiato anche lui, selvaggiamente, con la sua stessa tromba. Il risultato è che entra in coma.

Quando si risveglia, Bleek si ritrova a casa sua ma non è più lo stesso. Non può suonare, poiché il labbro rotto si è cicatrizzato malamente. Entra in depressione e distrugge tutti i suoi nastri.

Una sera torna al locale, con la tromba a tracollo. Il locale è pieno e sul palco c'è il gruppo di Shadow e Clarke. I due lo invitano a salire, per suonare con loro. Bleek ci prova, ma non ci riesce. Uscito dal locale, umiliato e disperato, torna da Indigo e le chiede di sposarlo. Lei accetta.

I due hanno un figlio, Miles, a cui Bleek insegna a suonare la tromba. Un pomeriggio un gruppo di bambini inizia a chiamare Miles, per andare a giocare. Miles chiede il permesso a Bleek, che si dice d'accordo.

IL FILM SI CHIUDE CON UNA CITAZIONE:

 « Dio, è in ogni cosa. È grazia e perdono. Egli è amore, che unisce tutti. È veramente, Un Amore Supremo »
 
(John Coltrane)

fonte: wikipedia

sfoglia
  

Rubriche
Link
LINK DI PESCA SPORTIVA
Pesca On Line
Pesca in Mare
Caccia e pesca TV
Pescare net
Pesca e nautica
Surfcasting on line
Surfcasting e dintorni
The surf channel
Calabria pesca on line
Calabria Pesca
Pesca TV
Spinning On Line
Planet Spin
Pescare nel Mondo
Sport pesca spinning
Itinerari di pesca
Pesca Abruzzo
Pescara Pescando
Tecnolenza Adriatica
4venti Il portale per la pesca in mare
2anglers La pesca sportiva on line
Black Bass & Co. Tutto sulla pesca al lancio
F.I.P.S.A.S.
Pescare On Line
Pescare
Pesca Ok
Hobby pesca
------------------
RICERCA SUL WEB
Google
Yahoo
Virgilio
M S N
--------------------
UTILITA' E SERVIZI
Codice Civile
Codice Stradale
Codice Penale
Codice Fiscale
Enciclopedia Universale
Enciclpedia Medica
Pagine Bianche
Pagine Gialle
Pagine Utili
Orario Ferroviario
Stradario d'Italia
Poste Italiane
Finanze
Polizia di Stato
Edison
Enel
Telecom Italia
T I M
Rosso Alice
I.N.P.S.
I.N.A.I.L.
I.C.I.
INPDAP
CAP postali
--------------------
INFORMAZIONE
Tg5
Tgcom
Rai
Il Centro
Il Sole 24 ore
La7
La Repubblica
Il Tempo
L'Unità
Il Corriere della Sera
Il Messaggero
--------------------
L A V O R O
Adecco
Bollettino
Concorsi
Giovani Imprenditori
Informa Giovani
Jobline
Obiettivi
Informagiovani Giulianova
-------------------
DA VISITARE
Giorgius (esplorando il cyberspace)
Sebastiano (il matematico)
CeceniaSOS
Barfly blog
------------------
V A R I E
Tortoreto (TE)
Comune Tortoreto (TE)
Parco Nazionale D'Abruzzo
IL portale degli Abruzzesi
Abbruzzo social forum
Abruzzo città
Villa Pini D'Abruzzo (la clinica dove lavora mia sorella come fisioterapista)
Università degli studi di Teramo
Regione Abruzzo
Tutto Abruzzo
Abruzzo natura
Abruzzo Federvolley
Emanuela Falcetti (italiaistruzioniperluso)
Charlie Chaplin
Red Bull
Daddo (il portale multietnico)
Virtual Dj
Alinvolo (iniziative per la lotta all'Aids)
Almamegretta
Raiz
24grana
Quasi quasi ...
-----------------
MUSICA JAZZ
All About Jazz Italia
Sax on the Web
Jazzit (link di musica jazz)
Jazzos (portale di acquisti on line di prodotti inerenti la musica jazz)
Music Club (mensile di musica e concerti)
ACCUJAZZ (radio)
Jazz Convention
-------------------
CONSERVATORI E SCUOLE MUSICALI
Conservatorio di Roma
Conservatorio di L'Aquila
Istituto Braga di Teramo
Conservatorio di Fermo
Scuola Giocond di S.Benedetto T.
------------------
UN PO' DI CRISTIANESIMO
Radio Vaticana
Chiese teramane
Chiesa Della Madonna Dello Splendore di Giulianova Paese
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Test your Internet connection speed at Speedtest.net

by Blografando&BW
Gioco Skateboard in città - Street sesh
Bel gioco di SkateBoard per effettuare acrobazie urbane in mezzo a veicoli vari, con scalinate da superare e rampe da usare per scavalcare camion e automobili.
QUI POTETE SEGUIRMI IN DIRETTA STREAMING QUANDO SONO ONLINE

Streaming video by Ustream
Partecipa al Sondaggio!
Chi è il tuo sassofonista preferito?
Risultati
Partecipa al Sondaggio!
In genere mi piace maggiormente ascoltare della buona musica jazz....
Risultati
JOHN COLTRANE MUSIC PLAYER Per un migliore ascolto delle radio e dei video sottostanti
mettere in pausa il player sovrastante


PESCA WEB TV STREAMING
Watch live streaming video from pescatv at livestream.com
Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica VIDEO MUSICALI

Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------------- Il jazz è molto più di una semplice forma musicale....il jazz è arte, cultura, conoscenza (me stesso) ----------- Miles Davis was the "Picasso of Jazz," reinventing himself and his sound endlessly in his musical quest. He was an artist that defied (and despised) categorization, yet he was the forerunner and innovator of many distinct and important musical movements. ----------- Il pugilato è come il jazz: più è buono e meno la gente l'apprezza. ~ George Foreman ----------- l'arte è espressione di sè. Se stai esprimendo la personalità di qualcun altro non è arte. Bennie Wallace ----------- L'improvvisazione è l'abilità di parlare a se stessi Cecil Taylor ----------- Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz. Sonny Rollins ----------- AFORISMI DI MILES DAVIS: Prima lascia che io lo suoni, poi più tardi te lo spiegherò. La musica è diventata densa. Mi danno dei pezzi pieni d'accordi e io non li so suonare. Nel jazz sta prendendo piede una tendenza ad allontanarsi dal giro convenzionale degli accordi, e una rinnovata enfasi delle varizioni melodiche e armoniche. La musica e la vita sono solo questioni di stile. Non temere gli errori. Non ce ne sono. Non suonare quello che c'è. Suona quello che non c'è. È stato sempre un mio dono quello di saper ascoltare la musica. Non so da dove viene. C'è e non mi faccio domande. Perché suonare tutte queste note quando possiamo suonare solo le migliori? Un mito è un vecchio col bastone che viene ricordato per quello che faceva una volta. Io lo sto ancora facendo. Non esistono note sbagliate. ----------- Cos'è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong ----------- In genere, il jazz è sempre stato simile al tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. Duke Ellington ----------- Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. Frank Zappa ----------- La musica è la tua propria esperienza,i tuoi pensieri,la tua saggezza. Se non la vivi, non verrà MAI fuori dal tuo strumento Charlie Parker ----------- Il Jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso. Ornette Coleman ----------- Credo che la cosa più importante per un musicista sia quella di trasmettere a chi lo ascolta un'immagine di tutte le cose meravigliose che sente e avverte nell'universo. Questo è ciò che la musica significa per me, semplicemente una possibilità, tra le molte altre, di dire che viviamo in un mondo immenso e meraviglioso, un mondo che ci è stato donato John Coltrane ----------- Devi amare per poter suonare. Louis Amstrong ----------- Suona , suona sempre anche senza strumento. Lee Koniz ----------- Un giovane sassofonista si lamentava con me del fatto che ascoltare Coleman Hawkins lo innervosiva. Gli ho risposto: "Coleman Hawkins deve renderti nervoso! Hawkins ha innervosito tutti i sassofonisti degli ultimi quarant'anni!". Cannonball Adderley ----------- "Il sassofono non è solo qualcosa in cui soffiare; esso è qualcosa con cui cantare" Paul Brodie ----------- Mi voltai e c'era Bird, conciato peggio di una merda, con la faccia gonfia, gli occhi arrossati e l'aria di aver dormito nei suoi vestiti spiegazzati per giorni. Ma era fico, con quell'aria hip che gli riusciva di avere anche quando era ubriaco e drogato Miles Davis ----------- La musica lava via la polvere della vita quotidiana Art Blakey ----------- Il jazz è conosciuto in tutto il mondo come una forma d'arte musicale americana e così è. Niente America, niente jazz. Ho visto persone cercare di collegarlo ad altri paesi, per esempio all'Africa, ma non ha niente a che fare con l'Africa. Art Blakey ----------- Ci ho messo tutta la vita ad imparare cosa non si deve suonare. dizzy Gillespie ----------- Il blues non serve a far stare meglio te,serve a far star peggio ki ti ascolta!!! Gengive sanguinanti Murphy- Simpson - Lisa sogna il Blues ----------- se gradite uno strumento che canta,suonate il sassofono.relativamente è come la voce umana. Stan Getz ----------- "Come nuovo, uno dei migliori fegati contemporanei. A bagno nel Dewar (una marca di whisky) e scoppia di salute". paul desmond il giorno in cui gli diagnosticarono un tumore al polmone ----------- "e in culo anche il jazz" Novecento A. Baricco ----------- "io non sono quello che faccio, faccio quello che sono". Miles Davis ----------- "la vita senza la musica sarebbe un errore, ma anche la musica senza la vita sarebbe un errore!" Wayne Shorter ----------- L'unica rabbia che posso provare è verso di me, quando non riesco a suonare quello che voglio (J. Coltrane) ----------- 'Play it in the key of your soul' "Suonala nella chiave della tua Anima" Charles Mingus ----------- "Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra" John Coltrane -----------

 Questo blog è contro la blacklist
ed eventuali commenti anonimi
(o non anonimi) che conterranno
turpiloqui e bestemmie verranno
(forse) cancellati.


Questo blog lo dedico alla memoria
di Fausto Papetti, scomparso nel 1999
nella quasi indifferenza. Eppure è stato
e rimarrà sempre il più grande
sassofonista che abbiamo avuto in Italia
e che pochi hanno saputo apprezzare,
specialmente le nuove generazioni.










 



 


























 

 

 

 



 


 

 

 

 

 




























 



























 

 






































IL CANNOCCHIALE