.
Annunci online

floppy
Tu che oggi parli male di me ... Ieri sparlavi degli altri .... Minkia, si veru infami
musica
13 gennaio 2010
Enrico Rava miglior jazzista italiano 2009


E' stato assegnato a Enrico Rava il premio Top Jazz come migliore musicista del 2009 . Il trombettista ha vinto anche il premio come miglior disco dell'anno con "New York Days" (leggi) insieme a "Stunt" del duo Bosso Salis, mentre la Cosmic Band di Gianluca Petrella si è aggiudicata il premio come migliore formazione. I riconoscimenti verranno consegnati il prossimo 18 gennaio all'auditorium della musica di Roma.


www.enricorava.com

musica
30 novembre 2009
«Silent way», un lungo racconto jazz da Miles Davis all'elettronico Martux_m


copertina dell'album

Omaggio contemporaneo allo storico disco del '69: quintetto con Bosso, Vigorito, Bearzatti, Aarset

«About A Silent Way - The Complete Studio Sessions». Dietro un titolo lungo, e la affascinante tiger-mask in copertina, si cela un sentito omaggio. Confezionato dal produttore Martux_m, al secolo Maurizio Martusciello.

Il disco intende celebrare un certo Miles Davis che nell'annus mirabilis, il 1969, pubblicò «In a Silent Way», album chiave nell'evoluzione del jazz contemporaneo con la mutazione dalla fase acustica ad elettrica. La nuova produzione va sotto il marchio partenopeo Itinera, in collaborazione con Verdearancio (distribuito da Egea).

Martusciello - compositore, produttore, percussionista, sperimentatore dell'elettronica e sound designer tra i più attivi in Italia - viene affiancato da un parterre de roi: il trombettista Fabrizio Bosso (High Five, Sergio Cammariere, Nicola Conte), il sassofonista italo-francese Francesco Bearzatti, ideatore del progetto Sax Pistols, il contrabbassista Aldo Vigorito e il chitarrista norvegese Eivind Aarset, storico collaboratore di Nils Petter Molvaer.

«Non si tratta, però, di una semplice rivisitazione celebrativa - spiegano gli ideatori -. Piuttosto di un lavoro che prende ispirazione dalle sue idee estetiche di fondo e dal suo approccio compositivo, per poi svilupparsi in modo autonomo seguendo le linee contemporanee della postproduzione».

 

Artist: About A Silent Way
Title Of Album: About A Silent Way
Year Of Release: 2009
Label: Musica Jazz
Genre: Jazz
Quality: MP3 / Joint Stereo
Bitrate: VBR kbit/s / 44.1 Khz
Total Time: 53:13 min
Total Size: 78,8 MB

TRACKLIST
----------------
01. About A Silent Way 18:46
02. Hush Quiet 09:24
03. Around this Time 15:39
04. About A Silent Way II 09:24

 
CLICCA QUI PER SCARICARE L'ALBUM DA RAPIDSHARE


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. jazz miles davis album musica jazz

permalink | inviato da floppy il 30/11/2009 alle 12:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
26 maggio 2009
"MUSICA JAZZ" - La più importante e longeva rivista italiana dedicata alla musica jazz


Musica Jazz è la più importante rivista italiana di informazione e critica musicale specializzata in musica jazz e una delle più longeve, non solo in Europa, ma anche nel mondo intero: col fascicolo di marzo 2009 ha festeggiato il suo 700° numero.

Viene pubblicata con un supporto discografico allegato e ha periodicità mensile.

La rivista nasce come "Musica e Jazz" nel luglio del 1945 a Milano, fondata da Gian Carlo Testoni. Dopo il primo numero a Testoni si affiancherà, in qualità di caporedattore, Arrigo Polillo.

Testoni è uno dei padri fondatori della critica jazz in Italia: nel 1935, a soli 23 anni, fonda insieme al pianista Ezio Levi il Circolo del Jazz Hot a Milano, uno dei primi in Italia, situato in Galleria del Corso e nato nonostante l'opposizione del regime fascista a questa musica. Nel 1938 pubblica "Introduzione alla vera musica di jazz", scritto insieme a Levi, il primo studio su questa musica pubblicato in Italia. Nel 1953, insieme a Polillo, Giuseppe Barazzetta, Roberto Leydi e Pino Maffei darà alle stampe l'"Enciclopedia del Jazz", prima opera del genere mai pubblicata al mondo.

Le prime due annate della rivista sono consultabili online in formato pdf a cura del Centro Studi sul Jazz "Arrigo Polillo", sezione ricerca della Fondazione Siena Jazz. Lo stesso sito ha reso disponibile una indicizzazione analitica della rivista. I servizi del Centro Studi "Arrigo Polillo" sono accessibili alla pagina [1]. Nel 1965, alla morte di Testoni, la direzione della rivista passa ad Arrigo Polillo al quale, nel 1984, succederà Pino Candini e poi, fino al 2001, Claudio Sessa.

Dal 2001 la rivista è diretta da Filippo Bianchi. Vice caposervizio è Alessandro Achilli; collaboratori redazionali sono Luca Conti e Gian Mario Maletto.

Prezzo di copertina (rivista + CD) 8,90 euro.

Questo mese "Musica Jazz" è in edicola con l'inserto e il CD di Miles Davis. Questi 3 Mesi (Maggio - Giugno - Luglio) la rivista dedicherà 3 inserti e 3 CD a Miles Davis.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Musica Jazz rivista

permalink | inviato da floppy il 26/5/2009 alle 21:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
21 aprile 2009
"MUSICA JAZZ" N.5/1996




Rivista "Musica Jazz" n°5 1996


CD allegato


In questo numero 5 del 1996 della più prestigiosa rivista di jazz in Italia "Musica Jazz" vi era allegato il CD di Archie Shepp - etichetta Impulse.
Io ho trovato e acquistato il CD in un mercatino dell'usato che aveva moltissimi dischi jazz.

Dalle note di copertina del CD:
"Il compact disc che, in esclusiva per i lettori di "Musica Jazz", è stato compilato sulla base delle fondamentali registrazioni effettuate da Archie Shepp per l'etichetta Impulse, è un limpido specchio delle qualità di questo sassofonista e del suo fondamentale apporto alle tendenze più forti e ardite del jazz contemporaneo. I brani spaziano dal 1964 al '72, in un momento storico di grandi fermenti sociali, nei quali proprio Shepp e la sua musica si imposero come un punto di riferimento. Il significativo itinerario qui ricostruito contiene importanti omaggi del musicista ai suoi "idoli": John Coltrane, Duke Ellington, Billie Holiday. Ma ci sono ovviamente brani che accompagnarono, ad alto livello di arte, la "protesta nera": opere strutturalmente complesse, tumultuose, roventi, che interpretavano il "free jazz" nelle sue forme più elevate (come la versione dal vivo di "Hambone", come "Los Olivados" o "Basheer"). Non mancano poi brani che documentano la tendenza di Shepp verso una musica più popolare, più legata alle tradizioni culturali afroamericane, in primo luogo il blues e il riff: è il caso di "You're What This Day is ALl About" e di "Damn If I Know". Da notare anche i nomi dei partner che affiancano Archie Shepp: esponenti di primo piano di quell'America "ribelle".

TRACK LIST:
1) Cousin Mary  2) In A Sentimental Mood  3) You're What This Day Is All About  4) Hambone  5) The Lady Sings The Blues  6) Damn If I Know  7) Los Olivados  8) The Lady  9) Basheer


Tempo Totale 63'64"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. jazz musica jazz archie shepp

permalink | inviato da floppy il 21/4/2009 alle 8:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
28 dicembre 2008
La rivista "Musica Jazz" attribuisce il premio "Top Jazz 2008" alla formazione Quintorigo



Per la ventiseiesima volta Musica Jazz, il mensile specializzato della Hachette Rusconi, ha rinnovato la sua iniziativa chiamata «Top Jazz», il grande sondaggio, ormai diventato una sorta di istituzione, tra i critici specializzati italiani: come sempre, sono stati tantissimi, esattamente 56, a rispondere (e, se vogliamo, ad assumersi una precisa responsabilità, dato che tutti i voti sono palesi e resi pubblici). È una tradizione che prosegue dal 1982, ma dall'anno scorso si è trasformata in un esame esclusivamente del jazz nazionale, per adeguarsi alla sua grande, generale crescita artistica. I risultati di questa edizione sono un veritiero check up dello stato di salute del jazz in Italia. Ecco uno sguardo alle dieci categorie.
Per il miglior disco del 2008 il premio Arrigo Polillo è andato a «Canto di ebano» del clarinettista umbro Gabriele Mirabassi (etichetta Egea), che ha preceduto «Suite For Tina Modotti» del sassofonista Francesco Bearzatti e «Profumo di Violetta» di Gianluigi Trovesi. Ex aequo invece per il musicista dell'anno (premio Pino Candini): se lo spartiscono due pianisti di consolidata fama internazionale: Franco D'Andrea (che fu tra i vincitori proprio nel 1982) ed Enrico Pieranunzi; al terzo posto Enrico Rava, vincitore del 2007.
Sorprendente ma meritata, nel settore comprendente i gruppi e le orchestre, la vittoria dei Quintorigo, in virtù dei loro concerti e del loro disco con belle e originali interpretazioni della musica dell'indimenticabile Charles Mingus. Seconda, di strettissima misura, la Lydian Sound Orchestra diretta dal vicentino Riccardo Brazzale, il quale è stato comunque proclamato, e con uno dei punteggi più alti tra le dieci classifiche del sondaggio, compositore-arrangiatore dell'anno (completano il podio Giorgio Gaslini e Giancarlo Schiaffini).
In quanto al nuovo talento nazionale, nel libro d'oro – che ha via via annoverato fior di musicisti – si iscrive il venticinquenne pianista pugliese Livio Minafra, figlio d'arte: suo padre è il trombettista Pino, già vincitore del «Top Jazz» in passato. Vicino a lui si è piazzato Luca Aquino, trombettista di Benevento.
Le altre cinque categorie riguardano i solisti, in raggruppamenti di strumenti «analoghi». Tra gli ottoni ha vinto, alla stratosferica quota di 114 punti, il trombonista Gianluca Petrella, già primo dodici mesi fa e del resto vittorioso anche in referendum internazionali, di fronte a rivali statunitensi. Dietro di lui, i trombettisti Bosso e Falzone e un po' più distanziati i grandi Fresu e Rava.
Nel gruppo «ance», primi pari merito due sassofonisti, Daniele D'Agaro (per il secondo anno consecutivo) e Stefano Di Battista, davanti ai clarinettisti Mirabassi e Trovesi. Tra gli specialisti della «sezione ritmica» battaglia tra due indiscutibili maestri, con il primato assegnato al contrabbassista Giovanni Tommaso sul batterista Roberto Gatto (vincitore lo scorso anno). Infine, la categoria della «miscellanea», con gli strumenti più rari e vari, ma anche quello della voce umana: ha visto la vittoria proprio di una cantante, la napoletana Maria Pia De Vito, davanti a Paolo Botti, che fa jazz con la viola e a Max De Aloe, virtuoso dell'armonica.
Il numero di gennaio di Musica Jazz reca non soltanto tutte le classifiche al completo, ma anche le schede di ciascun critico, voto per voto. È stata anche questa assoluta trasparenza ad avere accordato al «Top Jazz» il grande prestigio, come conferma l'attenzione che vi attribuiscono musicisti e case discografiche, che consentono ogni anno alla rivista di allegare uno straordinario compact disc in cui i lettori possono ascoltare i vincitori. E il 17 gennaio a Roma, alla Casa del jazz, ci sarà una grande serata che riunirà in concerto tutti i più votati.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Musica Jazz Top Jazz 2008

permalink | inviato da floppy il 28/12/2008 alle 17:39 | Versione per la stampa
musica
31 agosto 2007
IAIN BALLAMY

 CREDETEMI: SONO UN JAZZISTA (QUASI) SERIO




Dopo vent’anni di carriera, ha deciso di tirare fuori le sue credenziali jazzistiche con il suo ultimo lavoro, “More Jazz”, appena uscito per la Basho: un disco che dimostra come Ballamy sia anche un sassofonista mainstream di primissimo ordine.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. artisti musica jazz arte cultura

permalink | inviato da floppy il 31/8/2007 alle 20:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
LINK DI PESCA SPORTIVA
Pesca On Line
Pesca in Mare
Caccia e pesca TV
Pescare net
Pesca e nautica
Surfcasting on line
Surfcasting e dintorni
The surf channel
Calabria pesca on line
Calabria Pesca
Pesca TV
Spinning On Line
Planet Spin
Pescare nel Mondo
Sport pesca spinning
Itinerari di pesca
Pesca Abruzzo
Pescara Pescando
Tecnolenza Adriatica
4venti Il portale per la pesca in mare
2anglers La pesca sportiva on line
Black Bass & Co. Tutto sulla pesca al lancio
F.I.P.S.A.S.
Pescare On Line
Pescare
Pesca Ok
Hobby pesca
------------------
RICERCA SUL WEB
Google
Yahoo
Virgilio
M S N
--------------------
UTILITA' E SERVIZI
Codice Civile
Codice Stradale
Codice Penale
Codice Fiscale
Enciclopedia Universale
Enciclpedia Medica
Pagine Bianche
Pagine Gialle
Pagine Utili
Orario Ferroviario
Stradario d'Italia
Poste Italiane
Finanze
Polizia di Stato
Edison
Enel
Telecom Italia
T I M
Rosso Alice
I.N.P.S.
I.N.A.I.L.
I.C.I.
INPDAP
CAP postali
--------------------
INFORMAZIONE
Tg5
Tgcom
Rai
Il Centro
Il Sole 24 ore
La7
La Repubblica
Il Tempo
L'Unità
Il Corriere della Sera
Il Messaggero
--------------------
L A V O R O
Adecco
Bollettino
Concorsi
Giovani Imprenditori
Informa Giovani
Jobline
Obiettivi
Informagiovani Giulianova
-------------------
DA VISITARE
Giorgius (esplorando il cyberspace)
Sebastiano (il matematico)
CeceniaSOS
Barfly blog
------------------
V A R I E
Tortoreto (TE)
Comune Tortoreto (TE)
Parco Nazionale D'Abruzzo
IL portale degli Abruzzesi
Abbruzzo social forum
Abruzzo città
Villa Pini D'Abruzzo (la clinica dove lavora mia sorella come fisioterapista)
Università degli studi di Teramo
Regione Abruzzo
Tutto Abruzzo
Abruzzo natura
Abruzzo Federvolley
Emanuela Falcetti (italiaistruzioniperluso)
Charlie Chaplin
Red Bull
Daddo (il portale multietnico)
Virtual Dj
Alinvolo (iniziative per la lotta all'Aids)
Almamegretta
Raiz
24grana
Quasi quasi ...
-----------------
MUSICA JAZZ
All About Jazz Italia
Sax on the Web
Jazzit (link di musica jazz)
Jazzos (portale di acquisti on line di prodotti inerenti la musica jazz)
Music Club (mensile di musica e concerti)
ACCUJAZZ (radio)
Jazz Convention
-------------------
CONSERVATORI E SCUOLE MUSICALI
Conservatorio di Roma
Conservatorio di L'Aquila
Istituto Braga di Teramo
Conservatorio di Fermo
Scuola Giocond di S.Benedetto T.
------------------
UN PO' DI CRISTIANESIMO
Radio Vaticana
Chiese teramane
Chiesa Della Madonna Dello Splendore di Giulianova Paese
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Test your Internet connection speed at Speedtest.net

by Blografando&BW
Gioco Skateboard in città - Street sesh
Bel gioco di SkateBoard per effettuare acrobazie urbane in mezzo a veicoli vari, con scalinate da superare e rampe da usare per scavalcare camion e automobili.
QUI POTETE SEGUIRMI IN DIRETTA STREAMING QUANDO SONO ONLINE

Streaming video by Ustream
Partecipa al Sondaggio!
Chi è il tuo sassofonista preferito?
Risultati
Partecipa al Sondaggio!
In genere mi piace maggiormente ascoltare della buona musica jazz....
Risultati
JOHN COLTRANE MUSIC PLAYER Per un migliore ascolto delle radio e dei video sottostanti
mettere in pausa il player sovrastante


PESCA WEB TV STREAMING
Watch live streaming video from pescatv at livestream.com
Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica VIDEO MUSICALI

Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------------- Il jazz è molto più di una semplice forma musicale....il jazz è arte, cultura, conoscenza (me stesso) ----------- Miles Davis was the "Picasso of Jazz," reinventing himself and his sound endlessly in his musical quest. He was an artist that defied (and despised) categorization, yet he was the forerunner and innovator of many distinct and important musical movements. ----------- Il pugilato è come il jazz: più è buono e meno la gente l'apprezza. ~ George Foreman ----------- l'arte è espressione di sè. Se stai esprimendo la personalità di qualcun altro non è arte. Bennie Wallace ----------- L'improvvisazione è l'abilità di parlare a se stessi Cecil Taylor ----------- Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz. Sonny Rollins ----------- AFORISMI DI MILES DAVIS: Prima lascia che io lo suoni, poi più tardi te lo spiegherò. La musica è diventata densa. Mi danno dei pezzi pieni d'accordi e io non li so suonare. Nel jazz sta prendendo piede una tendenza ad allontanarsi dal giro convenzionale degli accordi, e una rinnovata enfasi delle varizioni melodiche e armoniche. La musica e la vita sono solo questioni di stile. Non temere gli errori. Non ce ne sono. Non suonare quello che c'è. Suona quello che non c'è. È stato sempre un mio dono quello di saper ascoltare la musica. Non so da dove viene. C'è e non mi faccio domande. Perché suonare tutte queste note quando possiamo suonare solo le migliori? Un mito è un vecchio col bastone che viene ricordato per quello che faceva una volta. Io lo sto ancora facendo. Non esistono note sbagliate. ----------- Cos'è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong ----------- In genere, il jazz è sempre stato simile al tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. Duke Ellington ----------- Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. Frank Zappa ----------- La musica è la tua propria esperienza,i tuoi pensieri,la tua saggezza. Se non la vivi, non verrà MAI fuori dal tuo strumento Charlie Parker ----------- Il Jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso. Ornette Coleman ----------- Credo che la cosa più importante per un musicista sia quella di trasmettere a chi lo ascolta un'immagine di tutte le cose meravigliose che sente e avverte nell'universo. Questo è ciò che la musica significa per me, semplicemente una possibilità, tra le molte altre, di dire che viviamo in un mondo immenso e meraviglioso, un mondo che ci è stato donato John Coltrane ----------- Devi amare per poter suonare. Louis Amstrong ----------- Suona , suona sempre anche senza strumento. Lee Koniz ----------- Un giovane sassofonista si lamentava con me del fatto che ascoltare Coleman Hawkins lo innervosiva. Gli ho risposto: "Coleman Hawkins deve renderti nervoso! Hawkins ha innervosito tutti i sassofonisti degli ultimi quarant'anni!". Cannonball Adderley ----------- "Il sassofono non è solo qualcosa in cui soffiare; esso è qualcosa con cui cantare" Paul Brodie ----------- Mi voltai e c'era Bird, conciato peggio di una merda, con la faccia gonfia, gli occhi arrossati e l'aria di aver dormito nei suoi vestiti spiegazzati per giorni. Ma era fico, con quell'aria hip che gli riusciva di avere anche quando era ubriaco e drogato Miles Davis ----------- La musica lava via la polvere della vita quotidiana Art Blakey ----------- Il jazz è conosciuto in tutto il mondo come una forma d'arte musicale americana e così è. Niente America, niente jazz. Ho visto persone cercare di collegarlo ad altri paesi, per esempio all'Africa, ma non ha niente a che fare con l'Africa. Art Blakey ----------- Ci ho messo tutta la vita ad imparare cosa non si deve suonare. dizzy Gillespie ----------- Il blues non serve a far stare meglio te,serve a far star peggio ki ti ascolta!!! Gengive sanguinanti Murphy- Simpson - Lisa sogna il Blues ----------- se gradite uno strumento che canta,suonate il sassofono.relativamente è come la voce umana. Stan Getz ----------- "Come nuovo, uno dei migliori fegati contemporanei. A bagno nel Dewar (una marca di whisky) e scoppia di salute". paul desmond il giorno in cui gli diagnosticarono un tumore al polmone ----------- "e in culo anche il jazz" Novecento A. Baricco ----------- "io non sono quello che faccio, faccio quello che sono". Miles Davis ----------- "la vita senza la musica sarebbe un errore, ma anche la musica senza la vita sarebbe un errore!" Wayne Shorter ----------- L'unica rabbia che posso provare è verso di me, quando non riesco a suonare quello che voglio (J. Coltrane) ----------- 'Play it in the key of your soul' "Suonala nella chiave della tua Anima" Charles Mingus ----------- "Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra" John Coltrane -----------

 Questo blog è contro la blacklist
ed eventuali commenti anonimi
(o non anonimi) che conterranno
turpiloqui e bestemmie verranno
(forse) cancellati.


Questo blog lo dedico alla memoria
di Fausto Papetti, scomparso nel 1999
nella quasi indifferenza. Eppure è stato
e rimarrà sempre il più grande
sassofonista che abbiamo avuto in Italia
e che pochi hanno saputo apprezzare,
specialmente le nuove generazioni.










 



 


























 

 

 

 



 


 

 

 

 

 




























 



























 

 






































IL CANNOCCHIALE